• Serie A: in campo Lazio-Milan 1-0 DIRETTA e FOTO

    Condividi l'articolo


    In campo Lazio Milan 1-0 (DIRETTA) per l’ultima partita della 19esima giornata di Serie A.

    4′ GOL! LAZIO-Milan 1-0. Rete di Milinković-Savić. Sul cross messo dentro da Zaccagni, Luis Alberto lascia sfilare la palla con un velo favorendo l’inserimento di Milinković-Savić, abile a battere di prima intenzione con un sinistro chirurgico Tatarusanu.

    Le formazioni
    LAZIO (4-3-3): Provedel – Hysaj, Casale, Romagnoli, Marusic – Milinkovic-Savic, Cataldi, Luis Alberto -Pedro, Felipe Anderson, Zaccagni. A disposizione: Maximiano, Adamonis, Patric, Radu, Bertini, Basic, Lazzari, Fares, Vecino, Marcos Antonio, Romero, Cancellieri. All. Maurizio Sarri.
    MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu – Calabria, Kalulu, Tomori, Dest – Tonali, Bennacer – Messias, Brahim Diaz, Leao – Giroud. A disposizione: Vasquez, Mirante, Adli, Kjaer, Thiaw, Pobega, Krunic, Bozzolan, Vranckx, Gabbia, Saelemaekers, De Ketelaere, Origi, Rebic. All. Stefano Pioli.

    RISULTATI

    CLASSIFICA

    LA VIGILIA DEL MATCH ALL’OLIMPICO DI ROMA

    Sarri, ‘Milan? Dopo ko nel derby avrà più rabbia’ – “La sfida col Milan? Affrontiamo i campioni d’Italia, hanno individualità di livello e sono reduci dalla sconfitta nel derby di Supercoppa: avranno quindi ancor più rabbia, dovremo giocare con la consapevolezza che il calendario ci mette davanti a una grande opportunità”. Parola di Maurizio Sarri, tecnico della Lazio, in conferenza stampa alla vigilia del big match contro i rossoneri all’Olimpico. Data l’assenza di Ciro Immobile, infortunatosi contro il Sassuolo, il peso dell’attacco verrà sostenuto da Felipe Anderson: “Lui deve crescere nell’attacco dell’area di rigore ma gli manca poco per essere completo, sta trovando anche continuità di rendimento. Felipe è un giocatore forte, che può far bene in qualsiasi ruolo”. Sarri concede poi una battuta su Milinkovic (“È reduce da due partite meno spettacolari ma più funzionali per la squadra”), e una su Luis Alberto (“Sta bene, a meno che oggi non lo veda stanco in allenamento proseguiremo sullo stesso percorso”), e non pensa ai rivali in Serie A, “anche se ieri ho visto affrontarsi due grandi team”. Il tecnico biancoceleste non abbocca alla domanda sulla penalizzazione della Juventus: “La materia a cui andavo peggio a scuola era diritto, quindi non so che dire… È una situazione in completa evoluzione, non ci dobbiamo pensare. Non ho sentito nessun commento dei miei giocatori sul fatto che la Juve sia dietro in classifica, per noi è ininfluente”. Sarri spera di recuperare Immobile “nel più breve tempo possibile, lui ha buone sensazioni e speriamo che vengano confermate”. Una battuta anche sull’ex Milan, ora perno della Lazio, Romagnoli, alla prima da avversario contro i rossoneri: “Alessio è un giocatore di altissimo livello, è adatto al nostro modo di muoverci in fase di non possesso, guida la linea con attenzione e applicazione”.

    Pioli ‘giorni difficili, ora reagire con umiltà e unità’  – Le critiche si accompagnano alle aspettative, che Stefano Pioli definisce “molto alte”. Il tecnico del Milan, presentando la sfida all’Olimpico contro la Lazio, parla del momento delicato dei suoi: “Dobbiamo affrontare questi momenti, domani sarà un altro esame da superare con umiltà e unità. Abbiamo creato radici molto forti in questi anni di lavoro, ora ci serve compattezza e voglia di reagire. Quando alleni una squadra così forte, è normale che si tenda sempre al massimo dei risultati. Sono stati dieci giorni difficili, ora abbiamo davanti a noi due strade. O ci piangiamo addosso o proviamo a reagire: i ragazzi stanno facendo di tutto per tornare a essere la squadra che erano”. Pioli non pensa a rimodulare l’assetto di centrocampo, magari inserendo più fisicità tra gli undici partenti: “Restiamo dentro al nostro sistema di gioco. È chiaro che in queste situazioni il miglioramento va in diverse direzioni: tattica, tecnica e mentale. Sarà molto importante l’approccio mentale alla partita, ma anche la Lazio sono sicuro che affronterà bene la gara. Per questo sarà ancora più importante restare nella partita con il giusto atteggiamento, per tutta la sua durata”.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte