San Marino. Morte del pilota corianese Alessandro Pepe. I dubbi e le domande di un nostro lettore

Giu 22, 2017

  • Condividi l'articolo

    Riceviamo e pubblichiamo:

    ”Egregio Direttore,

    Vorrei sottoporre alla sua attenzione alcuni quesiti in merito all’incidente che ha portato alla morte del pilota durante la prova di rally di domenica scorsa, in quanto circolano voci discordanti sulle modalità dei soccorsi.

    È vero che l’ambulanza è arrivata sul posto dopo 24 minuti in quanto era stata posizionata dall’autista in una zona fuori copertura radio e cellulare?

    È vero che il pilota è stato estratto dal vetro anteriore i senza tagliare il tettuccio e soprattutto senza utilizzare il corpetto estricatore ked prima di essere posizionato sulla tavola spinale?

    È vero che il personale sanitario intervenuto non ha allertato l’eliambulanza al fine di trasportare il politraumatizzato nel più breve tempo possibile in un centro specializzato di riferimento?

    È vero che il pilota non è stato intubato durante il trasporto dal luogo dell’incidente all’ospedale di stato?

    Il medico presente sull’ambulanza era un medico rianimatore come prevedono i protocolli FIA o era un medico con un altro tipo di specializzazione?

    La ringrazio anticipatamente

    Cordialmente

    M.M.”