• Risolto il Copasir. Guerini presiede. Donzelli vice. Avanti con la Rai

    Condividi l'articolo


    Lorenzo Guerini è Presidente del Comitato parlamentare per la Sicurezza della Repubblica. Un altro tassello importante si chiude per i Comitati, le Commissioni di garanzia e gli organismi bicamerali del Parlamento. Il vicepresidente del Copasir è Giovanni Donzelli (Fdi). Giuseppe Conte e il M5s non avevano altra scelta che eleggere ieri il vertice del Comitato. Altrimenti la prossima settimana la votazione sarebbe finita nel mezzo delle Comunicazioni del ministro della Difesa Guido Crosetto sulle risoluzioni per l’invio delle armi all’Ucraina. E per Giuseppe Conte sarebbe stato difficile fare la parte del grande padre dei pacifisti italiani dopo l’elezione di Guerini e, nello stesso tempo, la figura del guastatore parlamentare.

    E le altre Commissioni? Per la costituzione complessiva delle bicamerali e delle Commissioni d’inchiesta il Parlamento non è in ritardo rispetto a quanto è accaduto nella XVIII legislatura con il M5s al Governo, quando ci sono voluti in media quasi nove mesi per costituire questi organismi. Il fanalino di coda della scorsa legislatura spetta alla Commissione Banche, che ha iniziato a lavorare a due anni dall’inizio della legislatura. Per il resto siamo nella norma. In teoria adesso spetta alla commissione di Vigilanza Rai. I gruppi Parlamentari non hanno ancora designato i membri della bicamerale. Il M5s vuole mettere le mani su questa commissione e prosegue le trattative. «Stiamo riflettendo su questa commissione», sì è limitato a dire ieri il presidente del gruppo Francesco Silvestri. Ma si dovrà ancora aspettare fino a gennaio. Prima di questa elezione, Fdi vorrebbe che se ne andasse l’Ad della Rai Carlo Fuortes, vicino al Pd. Per il primo partito della maggioranza, solo così ci sarebbe un riequilibrio tra Vigilanza e governance Rai. Il candidato del M5s per la Vigilanza è ufficiosamente Riccardo Ricciardi.

    Non si hanno notizie sul rinnovo della Commissione di Vigilanza sulla CdP, che è prorogata dalla scorsa legislatura (Legge 327/1973). Devono essere costituite con legge l’Antimafia, sulla quale preme il senatore il senatore Roberto Scarpinato (M5s); la commissione sui Rifiuti e quella d’inchiesta sulle Banche, sulla quale sono state presentate delle proposte di legge. Mancano le delegazioni all’assemblea Nato; per l’Assemblea del Mediterraneo (Pam); per l’iniziativa centroeuropea (Ince) e quella per il Consiglio d’Europa. Per queste tre c’è tempo sei mesi dall’inizio della legislatura. Ma quella del Consiglio d’Europa è urgente visto che a gennaio si svolgerà un’importante sessione del Consiglio a Strasburgo.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte