Riccione. Omicidio per gelosia, l’imputo è capace di intedere e di volere: si fa il processo

Nov 11, 2017

  • Condividi l'articolo

    Castaldo non ha malattie patologiche, ma semplicemente disagi emotivi. Parliamo dell’omicidio di Olga Matei, la moldava 46enne uccisa a Riccione, nel suo appartamento, il sei ottobre di un anno fa da Castaldo, reo confesso: lui temeva che la tradisse. Nell’udienza di ieri è stato accertato che l’imputato è capace di intendere e di volere. Fissata la nuova udienza.