RICCIONE. L’ESTATE DELLA SPIAGGIA “MORDI E FUGGI” MA LA CASA AL MARE TIRA!

Lug 6, 2017

  • Condividi l'articolo

    Una Riccione double face. L’estate della spiaggia “mordi e fuggi” e il mercato immobiliare a pieno regime. Un mese di giugno decisamente interlocutorio per i bagnini. Gli incassi in calo e il pienone concentrato nel week-end.

    Malgrado l’acqua pulita, quasi cristallina, e il tempo ottimo, il bilancio è grigioscuro sul litorale. Sulla collina vedi Aquafan record di presenze 80mila ingressi +20% a fronte del -25% della spiaggia. Una crisi del turismo balneare che risente evidentemente della diversificazione delle varie tipologie turismo familiare, turismo giovanile, turismo sociale. La perdita del target è totale.

    Boom di case al mare nella “Perla Verde”. Prezzi elevati, 5mila euro al metro, tuttavia gli acquirenti non mancano soprattutto per le zone Abissinia e Porto, con picchi tra gli 8mila e i 9mila euro. Un mercato dinamico con tante richieste, aumento delle compravendite, occasioni ad Alba con alloggi a 900 euro al metro quadrato, 2mila euro di media a San Lorenzo e al Marano.

    Salvatore Occhiuto