• Riccione. La Polisportiva Riccione tutta e la società affiliata Dany Basket Riccione, condannano con sdegno l’episodio di razzismo che ha avuto come vittima un loro atleta

    Condividi l'articolo

    La Polisportiva Riccione tutta e la società affiliata Dany Basket Riccione, condannano con sdegno l’episodio di razzismo che ha avuto come vittima un loro atleta.

    “Si tratta di un episodio gravissimo – dice il presidente della Polisportiva Riccione, Giuseppe Solfrini – che condanniamo in modo totale. La nostra associazione e le società che ne fanno parte si impegnano ogni giorno per promulgare i valori nobili dello sport e il rispetto per tutti, dai compagni, agli avversari, dagli istruttori, agli arbitri, alle regole. Non c’è nulla di più lontano da questo, che ciò che è accaduto al nostro atleta. A lui e alla famiglia va la nostra massima solidarietà”.

    “La società, gli atleti e i genitori del Basket Riccione condannano apertamente questo increscioso episodio che non avremmo mai voluto accadesse – dice il presidente della Dany Riccione, Stefano Barosi -. In squadra abbiamo ragazzi di ogni provenienza, dalla Cina al Sudamerica, all’Africa, all’Europa e siamo abituati a ragionare in un modo talmente inclusivo che non vediamo differenze, perché differenze non ce ne sono. Vogliamo fare sentire il nostro appoggio al ragazzo e alla famiglia e la nostra massima solidarietà, sperando che non succeda mai più nulla di simile. Lo aspettiamo presto di nuovo in palestra. Al resto penseranno i Carabinieri ai quali è stata fatta denuncia”.