Riccione. Killer del lupo: c’è attesa per i risultati delle analisi su sangue e indumenti

Nov 11, 2017

  • Condividi l'articolo

    Proseguono serrate le indagini e ora si attendono solo i riscontri della analisi per inchiodare il presunto colpevole alle sue responsabilità. Il killer del lupo ha ora un volto. E’ infatti indagato un pastore sardo, di 47 anni, che vive nei presso dell’atroce delitto. Il movente sarebbe la vendetta in quanto avrebbe più volte lamentato l’attacco dei lupi alle sue greggi, senza che nessuno gli avesse mai risarcito i danni. Perquisita dalla forestale la stalla e sequestrati attrezzi agricoli, tra cui un forcone, il cellulare e anche alcuni indumenti. Nel suo furgone inoltre al vaglio macchie di sangue e peli. Importanti inoltre i filmati che hanno immortalato diverse immagini dalle telecamere della zona. In questo modo gli investigatori sono risaliti alla targa e al nome del presunto colpevole. Una volta arrivate le conferme del caso tutti i tasselli andranno al proprio posto. Resta invece da chiarire se vi è un complice. Intanto L’indagato attraverso i legali si professa innocente. Resta la barbara ferocia con la quale è stato ammazzato il lupo, torturato e colpito con un forcone.