RICCIONE. DIONIGI PALAZZI (FORZA ITALIA) “LA SOLIDARIETA’ NON HA PARTITO”

Giu 7, 2017

  • Condividi l'articolo

    L’associazionismo militante, immaginato, promosso ed enfatizzato dalle sinistre viene sovvenzionato in base alla caratura del rosso che lo rappresenta. Mentre Sabrina Vescovi candidata a Sindaco delle sinistre unite in tutte le sue declinazioni ripropone la logora forma assistenziale utile soprattutto al personale dell’associazione favorita.

    Silvio Berlusconi propone un idea che non parte dall’appartenenza politica, dalla razza, dalla collocazione geografica, dalla religione d’appartenenza, dalle abitudini sessuali, dai vizi o dalle virtù dei singoli. Mille euro a tutti quelli che oggi percepiscono pensioni al di sotto di questo limite. Non un ridicolo reddito di cittadinanza che livella al basso i talenti dei singoli, non una selettiva assistenza a chi professa il pensiero unico politicamente corretto ma pensioni minime a mille euro per tutti.

    Questo è l’approccio liberale che a Riccione viene perseguito da Renata Tosi, mai più favori o carità, come ripropone Sabrina Vescovi ai compagniucci più o meno coerenti, ma una risposta concreta per tutti i riccionesi che hanno necessità.