RICCIONE. ARCANGELI (PD) “PARCHI PUBBLICI ABBANDONATI INTERVERREMO POTENZIANDO GEAT”. LA PHOTOGALLERY

Giu 6, 2017

  • Condividi l'articolo

    Dichiarazione-stampa di Alberto Arcangeli candidato consigliere del Pd

    Queste sono le condizioni in cui si trovano i nostri parchi pubblici, aree gioco e spazi di ritrovo per bambini e ragazzi. Altalene di cui resta solo il ricordo, sostenuto dal sopravvissuto architrave. Altre ancora transennate e quindi impraticabili. Campi da calcio abbandonati a se stessi, dove non viene nemmeno voglia di tirare in porta con la rete che c’è e non c’è.

    Una situazione che si ripete, dal Parco della Resistenza all’area verde di via Riace. “Le famiglie giustamente si lamentano – attacca Alberto Arcangeli – Anche perché è già da diverso tempo che le aree verdi più frequentate sono in queste condizioni. Siamo a giugno e nessuno ancora è intervenuto. I giochi che si rompono vengono eliminati ma non sostituiti e anche là dove basterebbe una più modesta manutenzione non si provvede.

    Quanto ancora si dovrà aspettare per ridare un po’ di dignità ai nostri parchi pubblici?”. “Il punto – sottolinea il candidato consigliere Pd – è che questa situazione è figlia delle manovre di bilancio decise dall’amministrazione Tosi, a partire dalla vendita di metà delle azioni di Hera (per circa 2 milioni e 850mila euro).

    Un’operazione che ha finito per ripercuotersi sulle risorse di Geat. Senza più i fondi necessari diventa difficile anche garantire un’attenzione costante e sistematica ai nostri parchi. Peccato che a farne le spese siano i bambini… Nel nostro programma, tra le prime cose da fare, c’è proprio il ripotenziamento di Geat, da impegnare per un intervento di recupero complessivo del decoro in tutti i parchi pubblici. Giochi compresi”.