“Ragazzino terribile”, superlavoro dei Carabinieri di Novafeltria, impegnati nei servizi preventivi pasquali, aggredisce due coetanei in strada, poi show in caserma. Denunciato. 

Apr 3, 2018

  • Condividi l'articolo

    Continuano i servizi della Compagnia CC di Novafeltria, intensificati per il periodo pasquale, in tutto il territorio della Valmarecchia, a vegliare sul relax dei cittadini e sui loro spostamenti per gite fuori porta, sagre ed eventi organizzati nel territorio. In particolare, i militari della locale Stazione, sono intervenuti per verso le 02,00 di stanotte, nel centro feltresco, per un ragazzino terribile, G.L. 15enne – originario e residente in Alta Valmarecchia – che aveva picchiato due ragazzi coetanei, a distanza di pochi minuti, per futili motivi, provocandoli per la strada.

    Il ragazzino veniva subito individuato e, visibilmente agitato, essendo minorenne, è stato condotto in caserma per essere riaffidato alla famiglia.

    Qui, inizia il suo show in un’escalation incontrollabile di violenza: mentre si trovava in sala d’aspetto, improvvisamente, si scaglia con tutta la forza, contro il portone di accesso danneggiandolo seriamente e contro i militari, urlando, tirando pugni e calci  e minacciandoli di morte. Il minore a questo punto, veniva bloccato, perquisito e trovato in possesso di un coltello a serramanico con una lama di 10 cm circa che veniva sequestrata. Il ragazzo, già noto per essere stato recentemente denunciato per reati contro il patrimonio, vive una situazione familiare difficile, il padre avvisato era sprovvisto di mezzo di trasporto per venirlo a prendere ed è riuscito a giungere in caserma solo alle 07.00 di stamane.

    Nel frattempo uno dei coetanei picchiati in serata, veniva medicato al Pronto Soccorso e giudicato guaribile in 3gg s.c., l’altro ha dichiarato che non sarebbe ricorso a cure, entrambi valuteranno se querelare il ragazzino terribile per lesioni personali.

    G.L., trattenuto in caserma, ha impegnato tutto il resto della notte i militari che hanno tentato di calmarlo invano, essendo costretti, più volte, a richiedere l’intervento del 118 avendo il minore, evidentemente, assunto un qualche mix di alcol o droghe che lo rendeva instancabile ed anche pericoloso per se stesso, dando dei gran pugni e testate contro tutto ciò che gli capitava a tiro, anche alla presenza degli operatori del 118.

    Dei fatti, essendo il ragazzino minorenne, veniva avvisato il pm minorile di turno a Bologna ed egli veniva denunciato, dalla Stazione CC di Novafeltria, per violenza, resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale, porto abusivo di oggetti atti ad offendere e danneggiamento aggravato ed ubriachezza.