Pisa: gioielliere reagisce a rapina, muore bandito. Un secondo bandito sarebbe riuscito a fuggire ed è ricercato

Giu 13, 2017

  • Condividi l'articolo

    Un uomo è morto durante una rapina in una gioielleria a Pisa. Da quanto emerso si tratta di uno dei responsabili della rapina e a ucciderlo, secondo una prima ricostruzione ancora al vaglio di polizia e carabinieri, sarebbe stato il gioielliere che avrebbe reagito al tentativo di rapina. Un secondo bandito sarebbe riuscito a fuggire ed è ricercato. L’allarme è scattato poco prima delle 20: secondo le prime testimonianze raccolte, i malviventi sarebbero stati armati ma non è ancora chiaro se le armi fossero vere oppure no.

    La gioielleria, da quanto appreso, era già stata rapinata più volte in passato e stasera il gioielliere Daniele Ferretti ha reagito e sparato con la pistola che deteneva regolarmente. In negozio insieme a lui c’era la moglie. Entrambi sono stati ora accompagnati in caserma dai carabinieri e saranno interrogati per ricostruire i dettagli di quanto accaduto. Sul posto è invece arrivato il sostituto procuratore Paola Rizzo che sta effettuando un sopralluogo all’interno della gioielleria dove a terra si trova il corpo senza vita di uno dei rapinatori. Il secondo bandito è invece riuscito a fuggire a piedi ma gli inquirenti non escludono che a poca distanza dal luogo della rapina vi fosse un mezzo sul quale allontanarsi senza dare nell’occhio.