RIMINI. ZOCCARATO (LEGA NORD) “UNA CITTA’ DA METTERE IN GALERA”

where to buy colchicine Dalla pagina facebook di Matteo Zoccarato, Capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Comunale di Rimini

http://kellyscasuals.com/events/mid-state-cruizers-in-the-park/?ical=1 Poco meno di un anno fa, ci sono state le elezioni amministrative a Rimini. La Lega Nord Rimini ha ottenuto un risultato senza precedenti: quasi il 15%. Per intenderci, siamo andati meglio di Milano, che andava al voto lo stesso giorno.

where to buy Depakote online Ma parliamoci chiaro… L’intera città ha votato Gnassi e la sua Giunta, l’intera città vi ha dato fiducia incondizionata.

Dunque se la vicenda dello smantellamento del campo Nomadi di Via Islanda ha raggiunto media e televisioni nazionali, se interi quartieri sono in rivolta, se migliaia e migliaia di riminesi hanno aderito ATTIVAMENTE ai comitati di protesta, la colpa (o il merito), non è certo di Zoccarato.

La colpa è di chi ha avuto quest’idea balzana fin dall’inizio, e di chi aveva l’incarico di trasmetterlo alla città. Incarico chiaramente fallito, visti ì risultati. Nonostante Gnassi avesse preso il 57% a giugno dell’anno scorso, nonostante il PD qua abbia centinaia di iscritti, malgrado 20 consiglieri e una giunta intera a disposizione, e un intero establishment che lavora per loro.

Zoccarato non è una guida, Zoccarato è un semplice rappresentante del pensiero comune.

E il nostro vice-sindaco, oramai alle corde e abbandonata e osteggiata perfino dai suoi, cerca di zittirlo con la forza.

Avete provato in tutti i modi a trasformare questa città in una polveriera:

– avete approvato il progetto un mese dopo la vostra elezione, senza minimamente accennarlo ai vostri elettori durante la campagna elettorale;

– avete selezionato quartieri, senza confrontarvi minimamente con chi li vive tutti ì giorni;

– invece di confrontarvi con le opposizioni e con chi pagherà sulla propria pelle la vostra idea di integrazione, avete creato una Task Force segreta, volta a selezionare quali frazioni colpire;

– agli incontri con la cittadinanza non partecipate, e quelle poche volte alle quali avete concesso la grazia di aderire, avete trattato a pesci in faccia ì riminesi giustamente imbestialiti (o avete dato buca il giorno stesso, con centinaia di persone ad aspettarvi inutilmente)

– avete aperto un dialogo con i comitati, non per cercare una soluzione condivisa, ma per spiegare loro ì rischi legali che la loro battaglia comportava;

– avete organizzato due manifestazioni ridicole e strumentali (quella contro il razzismo, e la giornata dei Rom), alle quali non vi hanno seguito neanche ì vostri parenti;

– ci avete riempiti per mesi di menzogne.

Per completare la frittata, mancava soltanto un elemento, a conferma della vostra intelligenza politica: IL MARTIRE.

Ruolo che accetto più che volentieri, ruolo che sono pronto ad accettare già da 10 anni… Da quando decisi di essere leghista in Romagna.

Ora state ben attenti a come vi muovete in futuro, e ragionate con oculatezza le vostre prossime mosse.

Siete davvero sicuri che un Leone messo all’angolo diventi inoffensivo? La storia a me, la raccontarono diversa.