Riccione. Ufficio Associato Funzione Sismica, il nuovo servizio attivo da luglio per professionisti ed imprese

Ufficio Associato Funzione Sismica, 

il nuovo servizio attivo da luglio 

per professionisti ed imprese

 

 

Dall’attivazione del servizio associato per la funzione sismica il numero di pratiche pervenute e di autorizzazioni rilasciate ha seguito un percorso tutto in discesa per il Comune di Riccione. Dopo la proroga stabilita dalla Regione al 30 giugno 2019 per l’esercizio delle funzioni in materia sismica, dal 1°luglio il Comune ha istituto, ai sensi della legge vigente, l’ufficio svolto in forma associata con i Comuni di Cattolica, Morciano di Romagna e Montefiore Conca. E nell’arco di 3 mesi ( luglio-agosto-settembre) il buon funzionamento del servizio, fin da subito, ha dimostrato un’operatività decisiva per un settore strategico come quello dell’edilizia.

 

Attraverso l’ufficio sismica, suddiviso in due sportelli specifici, uno di carattere amministrativo, l’altro tecnico-sismico, seguiti da personale appositamente individuato, è stata creata una struttura ad hoc con gli uffici SUE  e SUAP, che in maniera coordinata e gestiti da un dirigente unico, sono in grado di fornire risposte ai privati in tempi celeri e certi.

 

Dati alla mano, dal 1° luglio al 30 settembre 2019 le istanze pervenute sono state 34 di cui 28 per Riccione, comune capofila del servizio, con la presa in carico di 17 istanze, sfociate nel rilascio di 5 autorizzazioni.

Sono stati invece 16 i depositi consistenti in interventi locali e 25 i controlli relativi agli interventi privi di rilevanza sismica.

 

Questo significa che, nonostante la partenza del servizio in piena estate quando tradizionalmente il lavoro e le richieste di autorizzazioni sismiche tendono a diminuire, l’ufficio al servizio del cittadino e delle imprese ha evaso positivamente le richieste in termini di risposte. Con la nuova modalità, il servizio così articolato istruisce la pratica dall’inizio alla fine, dal ricevimento alla firma autorizzativa del dirigente.

 

Le principali funzioni dell’ufficio sismica consistono:

  • nella ricezione delle denunce di deposito degli interventi edilizi in zone sismiche;
  • nella accettazione delle richieste di autorizzazioni/ varianti e delle certificazioni di interventi edilizi e del rilascio delle relative autorizzazioni.

 

A queste va aggiunta da parte degli uffici l’azione di controllo, in termini percentuali, sia dei depositi (pratiche semplificate) che degli interventi privi di rilevanza sismica e quindi non soggetti né ad autorizzazioni né a deposito.

 

Per legge, vengono sottoposte a sorteggio, sia le pratiche di deposito che quelle inerenti interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità come ad esempio tramezzi, aperture o opere di edilizia esterna di modeste dimensioni.

 

Dal punto di vista procedurale le pratiche sismiche vengono depositate prima presso gli uffici tecnici dei Comuni dove ha sede l’intervento per poi provvedere da parte degli stessi a trasferire all’ufficio sismico associato del Comune di Riccione.

 

“ Con l’istituzione dell’ ufficio sismico – dichiara Vittorio Foschi, dirigente all’Urbanistica-Edilizia Privata-Attività Produttive-Suap e Sue  – abbiamo strutturato un nuovo servizio consistente in una macchina organizzativa efficiente e ben coordinata. Gli uffici sono altamente operativi per dare risposte certe entro il termine di 60 giorni, come stabilito per legge, nel rilascio delle pratiche a partire dall’atto di presentazione. Questo significa tempi certi, in termini di benefici, nei confronti del territorio locale. Nel contempo abbiamo buone aspettative di ricevere nuove e ulteriori pratiche legate alle ristrutturazioni e all’accesso degli incentivi urbanistici previsti dal Rue nell’ambito della avviata riqualificazione della città”.