Riccione. STOP ALLE AUTO NELL’AREA DI RICCIONE ICE CARPET

Riccione Ice Carpet, inaugurato sabato 2 dicembre, è un vero e proprio allestimento, ideato dal designer Aldo Drudi, che veste tutto il centro città utilizzando il bianco come colore dominante, dalle luci ai tessuti al tappeto che accompagna la passeggiata nei viali dello shopping.

Si tratta di una scenografia di grande impatto ed eleganza, che ha sorpreso i tanti visitatori del week-end d’inaugurazione e catalizzato immediatamente l’attenzione sui social network raccogliendo più di trecentomila visualizzazioni di immagini e video in poche ore.

Per preservare l’allestimento e far sì che conservi le sue caratteristiche così come concepite, l’amministrazione comunale ha richiesto la collaborazione dei cittadini residenti nell’area interessata e degli operatori definendo previsioni che regolano l’accesso stesso all’Ice Carpet.

A partire dal 1° dicembre e fino al 8 gennaio si è deciso di interdire il transito e la sosta in tutta l’area interessata dall’Ice e dal Black Carpet sia ai residenti che ai fornitori, consentendo l’accesso esclusivamente ai veicoli di emergenza e soccorso e a quelli a servizio delle Polizie.

Il provvedimento si è reso necessario anche per adeguarsi alle direttive di Questura e Prefettura stabilite dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza.

Per venire incontro alle esigenze dei residenti, relativamente alla sosta dell’auto, l’amministrazione comunale ha previsto dei pass gratuiti per parcheggiare anche nelle zone di sosta a pagamento nei pressi delle rispettive abitazioni.

“Riccione Ice Carpet è come un tesoro che va protetto – afferma l’assessore alla Polizia Municipale e alle Attività Economiche Elena Raffaelli – e dobbiamo sentirci tutti impegnati su questo fronte. Siamo consapevoli di richiedere modifiche ai comportamenti abituali ma si tratta di un periodo limitato di tempo per cui abbiamo già approntato soluzioni compatibili. L’amministrazione comunale, le associazioni di categoria, i comitati, hanno investito molto in questo progetto sia in termini ideali che economici: è già presente e sta crescendo ogni giorno la condivisione per il lavoro svolto e proprio per garantire il mantenimento di un’opera così delicata vigileremo con ancora più attenzione per far rispettare le prescrizioni previste”.