Riccione. Spacciava a 14 anni a scuola: oggi davanti al giudice dei minori a Bologna

Ha creato molto scalpore a Riccione la notizia dell’arresto da parte dei carabinieri di un baby pusher alla scuola media: il ragazzino era infatti stato notato da genitori e insegnanti fuori dall’istituto circondato dai compagni, mentre sembrava impegnato in trattative. A questo indizio si è poi aggiunto l’odore inconfondibile della marijuana che proveniva dal suo zaino, oltre ad alcune voci che già giravano su di lui a scuola. Arrivati nell’istituto i carabinieri, vista la giovane età, hanno chiamato i genitori e perquisito lo zaino, all’interno del quale hanno trovato 25 grammi di marijuana e un bilancino di precisione. Il ragazzino ha giurato che era per uso personale, ma è risultato poco credibile visto che la droga era divisa in dosi. A quel punto i militari non hanno potuto fare altro che arrestarlo, sotto gli occhi di compagni di scuola, genitori e insegnanti. Il 14enne è stato affidato ai genitori con il divieto tassativo di uscire dall’appartamento. Oggi la decisione del giudice dei minori di Bologna.