Riccione. RICCIONE E FOOD IN TOUR SI PRESENTANO A NEW YORK E AL MERCATO AMERICANO INSIEME ALLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Oggi l’Emilia–Romagna sarà protagonista a New York nell’ambito di un workshop dedicato alla nostra regione a cui parteciperà anche il Club di prodotto riccionese Food in Tour/Mare Collina Tour Travel.

L’importante appuntamento internazionale, ospitato presso l’Istituto italiano di cultura della Grande Mela, è organizzato dall’Assessorato al turismo della Regione Emilia-Romagna e APT Servizi e coinvolge circa 30 buyer USA tra tour operator e agenzie di viaggio, oltre alla stampa, opinion leader e trade.

La presentazione avrà al centro il turismo esperienziale, di cui il tour operator riccionese è da sempre un riferimento grazie alle sue proposte e ai pacchetti originali che mettono insieme un territorio straordinario dal mare alla collina, dai borghi ai castelli con le eccellenze enogastronomiche da scoprire attraverso visite in cantina, vendemmia, corsi di cucina, caccia al tartufo o raccolta delle olive.

L’occasione newyorkese è dunque perfetta per presentare Riccione e il suo territorio a operatori profilati ed interessati a questa tipologia di vacanza che grazie al connubio cibo, identità e cultura spesso racconta meglio di altre l’italian way of life e il Made in Italy.

Il presidente di Food in Tour Bruno Bernabei: “Così come già successo con paesi come il Canada e Israele che abbiamo da tempo intercettato con un ottimo riscontro, ci auguriamo che anche il mercato americano reagisca altrettanto bene. I mercati esteri sono infatti molto attenti e attratti da questo genere di proposte che nelle prossime settimane andremo a promuovere nelle più importanti fiere di settore, da Budapest a Berlino a Cannes”.

Aggiunge l’assessore al turismo Stefano Caldari: “E’ attraverso club di prodotto specializzati che rispondono ad una domanda sempre più precisa che si riesce a promuovere una forma di turismo ad alto valore esperienziale e a valorizzare i nostri tratti distintivi. Ben vengano dunque occasioni come questa in cui i nostri operatori sono protagonisti e interlocutori eccellenti per i decision maker di questo segmento di mercato”.