RICCIONE. RENATA TOSI “NOI SIAMO IL FUTURO LORO IL PASSATO”

Dalla pagina facebook di Renata Tosi Sindaco di Riccione dal giugno 2014 al febbraio 2017 e candidato sindaco della coalizione di centro-destra Forza Italia-Lega Nord-Fratelli d’Italia&Alleanza Nazionale-liste civiche collegate

Le dichiarazioni finali durante la conferenza-stampa di chiusura della campagna elettorale al “Gustavino Riccione”

Un ringraziamento necessario e doveroso ai tantissimi cittadini incontrati nei numerosi appuntamenti in ogni quartiere della città. “ Mi sento umanamente arricchita per la passione, i sorrisi, le parole ed anche gli appunti, quando necessario, che i riccionesi mi hanno rivolto.

Una campagna elettorale” afferma Renata Tosi “ che ha invaso la città come un’onda lunga e che adesso auspico porti i riccionesi alle urne, chi ha votato l’11 giugno e chi non lo ha fatto. Per riprendere immediatamente a giocare il secondo tempo di una partita che si deve concludere occorre rilanciare un’azione che aveva iniziato a dare i suoi frutti nei quartieri così come sull’attività turistica.

Metteremo in moto importanti investimenti, dopo averli condivisi con gli operatori, nell’area del porto e delle tre piazze che si snoderanno fino a viale Dante e piazzale Ceccarini. Alla organizzazione degli eventi e del verde verrà interamente destinato l’introito della tassa di soggiorno. L’industria del turismo per noi è fondamentale così come proseguiremo nella incessante e necessaria opera manutentiva della città. Anche i piccoli interventi costituiscono il bene di una città.

Il nostro programma sono convinta che i riccionesi abbiano avuto la possibilità di visionarlo e conoscerlo durante una campagna che, per noi, è stata incentrata più sulla propositività e sui fatti concreti che sulle accuse e gli attacchi. La squadra di governo che andremo ad individuare sarà improntata alla professionalità e alla competenza. Due parole chiave per la futura giunta che dovrà avvicinarsi alla città con il cuore e la passione. Solo così si producono cose buone, solo così, dopo la traumatica esperienza dei mesi scorsi, si raggiungerà il bene della Comunità.

Altro elemento decisivo riguarda il ruolo della città di Riccione nel sistema provinciale. Apertura alla condivisione e al confronto, ma senza subalternità nei tavoli decisionali. La centralità e l’orgoglio riccionesi vanno preservati, pur facendo attivamente parte di un sistema partecipativo con altri enti, Comuni e Regione. Infine ai riccionesi lancio questa semplice considerazione: il nostro unico interesse è governare e non comandare sulla città. Il nostro unico interesse è di rendere Riccione sempre più attrattiva e vivibile. Non fatevi cadere nella trappola della restaurazione rappresentato dal Pd. Noi siamo il futuro, loro il passato”.