RICCIONE. RENATA TOSI IL CORAGGIO DI UNA SCELTA

Per tanti, anzi per moltissimi, è rimasta il Sindaco di Riccione, protagonista della storica vittoria del giugno 2014 che ha consegnato per la prima volta la rossa “Perla Verde” al centro-destra. Un centro-destra che tuttavia, come successo ad altre latitudini protagoniste di trionfi epocali, ha dato il peggio di sè. Un centro-destra con atteggiamento autolesionista. Esempi eclatanti Guastalla, Parma, Padova dove lotte intestine, antagonismi personali, risse di corridoio, contrapposizioni ideologiche sterili e sorpassate hanno dilaniato il patrimonio di voti affidato dagli elettori.

Renata Tosi è stata tradita dai suoi consiglieri che hanno ribaltato un’amministrazione investita legittimamente dalla volontà popolare. Un colpo micidiale a cui ha reagito con determinazione, lucidità, coerenza qualità che da sempre contraddistinguono il suo comportamento nella vita e nella politica. Una donna, una persona, una cittadina con innate doti intellettuali, morali, umane che riceve anche l’apprezzamento di coloro che non condividono le sue idee politiche.

Domenica 25 giugno il vulnus di febbraio potrebbe essere rimarginato perchè come scrisse su facebook il giorno delle dimissioni avrà forse sbagliato qualcosa come accade a tutti ma ci ha sempre messo il cuore, oltre che naturalmente la testa, nel prendere le sue decisioni. Fare sempre il bene della città ascoltando la gente Riccione prima di tutto!

Salvatore Occhiuto