Riccione. PROPOSTA DI ACCORDO OPERATIVO Per PROGETTO DI RIGENERAZIONE DEL CAMPEGGIO ADRIA E DELLE AREE CONTERMINI

COMUNE DI RICCIONE ZONA SUD

PROPOSTA DI ACCORDO OPERATIVO

Per

PROGETTO DI RIGENERAZIONE

DEL CAMPEGGIO ADRIA E DELLE AREE CONTERMINI

 

 

Committente: Camping Adria Riccione srl

Progetto Urbanistico e Architettonico: Architetto Gladis Grossi

Progetto Strutture: Ingegnere Paolo Sammarini

Progetto del Verde: Dottore Forestale Nicola Scoccimarro

Progetto Impianti Idrici e Meccanici: Ingegnere Mario Paradisi

Progetto Impianti Elettrici: Ingegnere Daniela Sabino e Perito Industriale Marco Beato

Progetto Impianti Termici e Prevenzione Incendi: Perito Industriale Stefano Moroncelli

Indagini Geologiche e Micro Zonazione Sismica: Geologo Fabio Vannoni

Consulenza Ambientale: Geologo Daniela Tonini

Consulenza Legale: Avvocati Luigino Biagini e Maurizio Morri

Rilievi Topografici: Geometra Mauro Cappellini dello Studio Esageo Rimini

Consulenza Economico- Finanziaria: Dottor Davide Grossi

Plastici di Studio: Maestro d’Arte Maurizio Vitri

Riccione – Lunedì 12 Agosto -2019

Nell’ambito di un più ampio intervento di riqualificazione della costa Sud di Riccione e di un sistema di azioni strategiche coordinate pubblico/privato, il Camping Adria dà avvio al processo di trasformazione che porterà l’attuale campeggio a 3 stelle a una innovativa struttura per il turismo all’aria aperta a 5 stelle.

Grazie allo strumento della “Manifestazione d’Interesse” attivato dall’Amministrazione Comunale, la Società Adria ha potuto beneficiare di una procedura celere che consentirà di dare vita in breve volgere di tempo a un nuovo impianto ricettivo totalmente immerso nel verde, dotato di numerosi servizi e attrezzature, nuove piscine con vasche idromassaggi a più livelli, strutture per la ristorazione e il commercio di varia natura, aree per attività sportive e ricreative, un centro benessere, spazi per spettacoli e manifestazioni all’aperto, nonché piazzole verdi per le varie forme di campeggio di dimensioni maggiori delle attuali, dotate dei più aggiornati impianti e di confortevoli servizi.

La massima cura e attenzione riservata all’ambiente, porterà alla piantumazione di numerosi nuovi alberi, alla graduale sostituzione di quelli esistenti, all’utilizzo di materiali ecocompatibili e di energie rinnovabili. Per consentire ai bambini di utilizzare servizi specifici e di giocare assieme, sono state progettate originali strutture. I portatori di handicap potranno utilizzare ogni servizio e infrastruttura disponibile, grazie ad una accessibilità priva di barriere architettoniche.

La radicale trasformazione del Camping Adria si inserisce all’interno di un progetto di land art, coinvolgente l’intero comparto Campeggi di Riccione Sud, elaborato in collaborazione con i Progettisti delle strutture ricettive attigue.

“Il rigenerato Camping Adria è stato concepito come luogo capace di rinnovare la tradizionale ospitalità riccionese con standard qualitativi e servizi di massimo livello che faranno del Camping Adria un fiore all’occhiello dell’offerta open air riccionese capace di intercettare nuove fette di mercato” dichiara Monica Saielli “L’ospitalità open air è una forma di ospitalità sempre più interessante e vincente perché riesce ad interpretare ed esprimere uno stile di vita improntato a libertà, semplicità, socializzazione, scambio di culture e sostenibilità ambientale. Tutti questi ingredienti sono stati recepiti e valorizzati nel nostro progetto che prevede una struttura concepita in stretta relazione con il territorio e che ospiterà, in specifici spazi, attività ed eventi che gli ospiti del campeggio potranno vivere anche insieme ai cittadini. A questa condivisione saranno destinate ben tre piazze: l’Agorà dell’Anima-Azione che avrà come protagonisti i bambini, l’Agorà della Convivialità in cui condividere feste ed eventi teatrali e ludico- ricreativi, l’Agorà della Natura, un biovivaio creato per ottenere le essenze arboree, rigorosamente autoctone, che andranno a sostituire l’attuale patrimonio arboreo raddoppiandolo e in cui verranno organizzate attività didattiche finalizzate alla promozione e sensibilizzazione alle tematiche ambientali. Una passeggiata pubblica, intitolata il Corridoio Culturale, lungo il canale Rio della Costa, consentirà di raggiungere la spiaggia a contatto con il verde, l’acqua e accompagnati da spunti per approfondire la storia del luogo. Insomma, una suggestiva realtà in grado di offrire ai turisti un modello di vacanza originale ed emozionale in cui sarà possibile entrare in contatto non solo con il territorio ma anche con i suoi abitanti”.