RICCIONE. PIZZOLANTE (ALTERNATIVA POPOLARE) “PATTO CIVICO UN LABORATORIO DELLA POLITICA DEL FUTURO”

Dalla pagina facebook di Sergio Pizzolante Vice Presidente del Gruppo parlamentare di Alternativa Popolare alla Camera dei Deputati

Caro Monti

Ti spiego alcune cose. Quello che è successo in questo ultimo anno e ciò che sta succedendo in queste ore è la dimostrazione che ho ragione io e non tu.

Ti spiego:

1) quando il Patto era solo nei miei pensieri tu titolavi che stava per nascere una lista civetta del Pd. È nato un soggetto politico che ha preso il 14%. Più della Lega e il doppio di Fi e quasi il doppio del movimento di grande coerenza politica e programmatiche da te sostenuto;

2) poi avete affermato che il Patto si reggeva solo sul rapporto con il Pd, una sorta di sanguisuga della sinistra e invece a Riccione procede autonomo e con grandi ambizioni. Dimostrando di non accettare imposizioni e di non essere succube di nessuno;

3) convincere il ceto medio riminese a votarci non è stata una cosina così banale e ti basta andare a fare due chiacchiere con la base sociale di riferimento e con le associazioni rappresentative di quel mondo, per capire che sono tutt’altro che delusi. Anzi sono molto soddisfatti del lavoro dei nostri consiglieri e per i risultati raggiunti. Inoltre siamo gli unici che sono ancora capaci di organizzare incontri molto partecipati in tutti i quartieri con una progettualità che cresce;

4) secondo te il gruppo si sarebbe frantumato in pochi mesi e invece è il movimento politico più compatto e consapevole del proprio ruolo;

5) oggi dici che dopo lo scontro fra me e il Pd di Renzi il progetto non ha più senso. Invece ti dico che una forza politica, anche a livello nazionale, rappresentativa del ceto medio ha più senso che mai. Sono stato chiamato al vertice del mio partito e sono protagonista della costruzione del nuovo soggetto che affronterà le prossime elezioni proprio per aver saputo contribuire a costruire il Patto a Rimini;

6) solo se questo soggetto nuovo che verrà supererà abbondantemente il 5% ci potrà essere, nel prossimo Parlamento, una maggioranza capace di frenare la deriva del Governo a 5 stelle. Motivo fondamentale delle mie scelte degli ultimi tre anni. Se Renzi ha perso lucidità non è colpa mia. Non lo comprende? Problema suo. Non lo comprendi tu? Problema tuo. Io, finché ne avrò le forze andrò avanti per la mia strada. Tanto avrò sempre le tue critiche anche quando, come sarà inevitabile, Berlusconi prenderà il posto di Alfano nel rapporto con Renzi o con chi sarà al suo posto; 

7) a Rimini il Patto con Gnassi è solidissimo. Perché è consapevole dello scenario sopra descritto, perché non farebbe mai gli errori di Renzi, perché conosce i valori della lealtà e dell’amicizia.

Saluti

Condividi: