Riccione. Pesca, delegazione spagnola nella Perla

 

Assessore Dionigi Palazzi “ lavoriamo per creare reti di collaborazione con partner europei e intercettare finanziamenti comunitari per lo sviluppo del territorio”

 

 

Visita a Riccione questa mattina di tre delegazioni spagnole del settore ittico, in Romagna fino al 20 settembre, nell’ambito di un circuito tra diverse marinerie. Nella sede del Club Nautico l’assessore al demanio e alle politiche comunitarie Andrea Dionigi Palazzi ha ricevuto una ventina di rappresentanti del GAL ( Gruppi d’Azione Locale) delle località costiere di Ria de Arousa, Vigo e Pontevedra.

 

Le delegazioni, erano composte oltre, che dai rappresentanti del Gal, da tecnici di aziende della trasformazione del prodotto ittico, operatori della pesca e di aziende per la commercializzazione. La visita si è concentrata sull’area portuale e il settore ittico con l’obiettivo di scambio di conoscenze e buone prassi in merito all’attività di pesca riccionese. In altre parole nell’ottica di valorizzare il lavoro dei pescatori riccionesi e del settore che, dopo la fusione della piccola pesca con la cooperativa riminese Lavoratori del Mare guidata da Giancarlo Cevoli, ha trovato ampio respiro e migliori opportunità gestionali, l’obiettivo dello scambio e confronto avvenuto questa mattina è stato quello di acquisire il valore aggiunto delle attività ittiche riccionesi.

“ Intercettare finanziamenti europei fa la differenza di un territorio- dichiara l’assessore alle politiche comunitarie Andrea Dionigi Palazzi – partendo dalla consapevolezza che il Comune di Riccione, con l’insediamento di questa giunta, ha un’attenzione particolare per concorrere e partecipare attivamente ai bandi e ai progetti dell’Unione Europea.

Penso al Fondo europeo per la pesca (Feamp) 2014-2020, uno dei cinque fondi strutturali e di investimento europei che utilizzando risorse proprie, cofinanziate da risorse regionali e nazionali, sarebbe utile per sostenere i pescatori nella transizione verso una pesca sostenibile o migliorare l’economia che vi gravita attorno. Con una chiara strategia lavoriamo per confrontarci e creare reti di collaborazione con partner europei da un lato, cercare finanziamenti comunitari per migliorare la nostra città e la sua economia dall’altro. L’incontro odierno è avvenuto proprio per questi motivi: avviare un interscambio utile alle nostre comunità.