Riccione. Partito il Corso di Autodifesa Femminile promosso dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Riccione in collaborazione con il Comando Provinciale Carabinieri

Grazie al successo registrato nelle precedenti edizioni, alla massiccia ed entusiastica partecipazione da parte di centinaia di donne ed alla continua ed incessante richiesta di riprogrammare il corso di autodifesa, nel pomeriggio di ieri ha avuto il via una nuova edizione del corso gratuito di difesa personale femminile promosso della Commissione Pari Opportunità del Comune di Riccione in collaborazione con il Comando Provinciale Carabinieri di Rimini.

Nella palestra della scuola media F.lli Cervi in via Ionio, 16 – Riccione, il Sindaco Renata Tosi ed il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Colonnello Giuseppe Sportelli, in una splendida cornice di entusiasmo e partecipazione delle aderenti a questa prima sessione, hanno dato il via ai lavori, alla presenza del Vice Sindaco Laura Galli e dell’assessore alle Pari Opportunità Andrea Dionigi Palazzi, affrontando la delicata tematica della violenza sulle donne e della violenza domestica.

Il primo cittadino ha manifestato l’incessante attenzione alla tematica da parte delle Istituzioni Locali, che si traduce anche quest’anno nella promozione delle iniziative in favore delle tante donne che troppo spesso vivono situazioni di disagi inconfessati. Un’attenzione e una necessità di sicurezza che non fa desistere il Comune da proseguire sulla via della sinergica collaborazione con l’arma dei Carabinieri con lo scopo di fornire un qualificato servizio a tutti i Cittadini.

Nello specifico ha rimarcato il sindaco Tosi “Non si tratta solamente di un corso di autodifesa ma di una iniziativa che lascerà un segno positivo nelle donne che anche quest’anno hanno scelto di aderirvi numerose. Troppo spesso si parla di sicurezza in modo banale mentre la questione della violenza contro le donne è complessa perche chiama in causa la comunità, la società civile, le famiglie e la scuola. Grazie a questa preziosa e ormai rodata collaborazione con l’Arma dei Carabinieri le partecipanti hanno l’opportunità di rafforzare la sicurezza nei propri mezzi e al tempo stesso di venire a conoscenza delle principali forme di prevenzione nei loro confronti”.

E proprio il Colonnello Sportelli ha ieri rimarcato l’importanza di questa collaborazione e la necessità di contribuire alla formazione di donne sempre più consapevoli e attente a prevenire ogni forma di persecuzione e prevaricazione.

Il corso di autodifesa si inserisce nella più ampia campagna sostenuta dal Comando Provinciale Carabinieri di Rimini per la sensibilizzazione sul fenomeno della violenza sulle donne. Infatti, nella serata inaugurale, è stato distribuito a tutte le partecipanti un dépliant illustrativo prodotto dall’Arma, in cui sono compendiati tutti i consigli utili a prevenire fenomeni di violenza e necessari ad attivare la rete istituzionale di soccorso. Il Colonnello ha poi ricordato l’importanza di rivolgersi al numero di emergenza 112 e la possibilità di trovare, nei presidi dell’Arma, un Carabiniere sempre pronto ad ascoltare le vittime e a metterle in contatto con i centri anti violenza presenti sul territorio. Inoltre, un ulteriore passo in avanti nell’attività di tutela delle donne vittime di soprusi è l’avvio, presso la Tenenza Carabinieri di Cattolica, del progetto “Una stanza tutta per sé”, un’iniziativa a livello nazionale tra Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri e il Soroptimist International d’Italia che prevede la realizzazione di una “Aula per le audizioni” riservata alle donne vittime di violenza. Un progetto che ha come finalità quella di offrire alle vittime di reato un ambiente appositamente dedicato in cui essere maggiormente a proprio agio per affrontare questioni spesso traumatiche e particolarmente dolorose.

Il corso, rivolto a tutte le donne con età non inferiore ad anni 17, è strutturato su lezioni che richiamano i principi basilari della difesa personale e consentirà alle partecipanti di acquisire le nozioni necessarie all’applicazione delle tecniche di autodifesa nonché alla conoscenza di strumenti quali lo spray al peperoncino, materia quest’ultima degna di particolare attenzione, per la prima volta introdotta nel corso. Per l’iscrizione alle lezioni, assolutamente gratuite, è necessario presentarsi presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico muniti dei seguenti documenti: – certificato medico per attività sportiva non agonistica; – documento d’identità; – codice fiscale. Sul sito istituzionale del Comune di Riccione, collegandosi al seguente link, è possibile scaricare il modello di domanda di partecipazione, che dovrà essere compilato e consegnato agli uffici:

https://www.comune.riccione.rn.it/Engine/RAServePG.php/P/56561RIC0604.

Per chiedere ulteriori informazioni si può inviare una mail a: pariopportunita@comune.riccione.rn.it oppure telefonare allo 0541-608329/111.