Riccione. Orti anziani, assemblea annuale con il sindaco Tosi e il vicesindaco Galli


Creare nuove e maggiori occasioni di incontro con i bambini, continuare nell’affiancamento di persone disabili, favorire la partecipazione alle numerose attività dedicate al tempo libero del Comune . Sono alcune delle proposte che il sindaco Tosi e il vice sindaco e assessore ai servizi alla persona Laura Galli hanno presentato mercoledì pomeriggio ai nonni nell’ambito dell’assemblea delle associazioni degli orti di via Piemonte e via Empoli.

Un appuntamento non solo conviviale, ma sostanziale, per creare le migliori condizioni di utilizzo degli orti comunali. 111 nonni, di cui 77 in via Piemonte e 34 in via Empoli, gestiscono ognuno un lotto di terreno assegnati dall’amministrazione comunale.

Gli orti sono appezzamenti tra i 60 e 80 mtq di superficie, occorre avere compiuto almeno 60 anni d’età. Gli orti coltivati direttamente dagli anziani assegnatari che si occupano autonomamente della pulizia e della manutenzione, su indicazione dei Servizi Sociali possono essere assegnati anche a persone diversamente abili, indipendentemente dall’età anagrafica.

“Questa ‘buona convivenza’ ha sottolineato il vice sindaco Laura Galli “ produce un risultato speciale perché coltivare la terra aiuta le persone con autismo, ne rafforza autostima e integrazione sociale. Un’altra esperienza bellissima e foriera di scambi di saperi è quella di far incontrare i nonni ai più piccoli. Testata negli anni scorsi quest’anno intendiamo riproporla con maggiore forza. Dare opportunità di incontro a generazioni diverse può rivelarsi un eccezionale scambio di saperi ed emozioni”.

L’incontro si è concluso con un arrivederci a presto da parte del sindaco Tosi che seguirà da vicino le attività e la partecipazione dei nonni alla gestione degli orti così come ai servizi che gli uffici comunali mettono a loro disposizione.