Riccione. Nei guai pescatore sportivo finito nella “rete” dell’ufficio marittimo

Nei guai pescatore sportivo finito nella “rete” dell’ufficio marittimo di Riccione, sotto il coordinamento della Sala Operativa della Guardia Costiera di Rimini. Il soggetto è stato sorpreso con un esemplare di tonno ‘rosso’ di 40 chili, sulla sua piccola imbarcazione da diporto. La pesca del tonno rosso è autorizzata nell’Atlantico orientale e nel Mediterraneo solo nel periodo dal 16 giugno al 14 ottobre. Dunque è scattata una multa da duemila euro e il sequestro del pescato.