Riccione. La Polizia Municipale sequestra merce contraffatta

Attività svolta dalla Polizia Municipale nella notte di venerdì
Durante il controllo delle aree pedonali di Riccione rivolto al contrasto dell’abusivismo e del degrado urbano veniva notato un soggetto già individuato nei giorni precedenti e segnalato da alcuni commercianti di viale Dante e Ceccarini che fermava ragazzini, prima con toni amichevoli per poi passare a toni più minacciosi, ai quali raccontava del proprio trascorso in carcere costringendoli ad un’ offerta in denaro e consigliando loro di svuotare le tasche dei jeans per verificare il denaro posseduto. Dopo averlo seguito per diverso tempo l’uomo veniva fermato, identificato e gli veniva applicata la nuova ordinanza sindacale contro l’accattonaggio che prevede il sequestro delle somme, provento dell’attività illecita, circa 70 euro nella circostanza. Sequestrati anche 50 bracciali in filo utilizzati per adescare altri passanti. Il soggetto un quarantenne, nato e residente in zona, è stato poi allontanato.
Nel corso della nottata é stato fermato S.D. di anni 51 residente a Milano, persona già nota al Comando di Polizia Intercomunale, per attività di trasporto di persone non autorizzata. Patente sospesa e veicolo Fiat 500X, preso a noleggio fermato per tre mesi.
Sequestrate anche alcune borse, portafogli e altri oggetti contraffatti rinvenuti dopo un breve inseguimento nei confronti di un venditore abusivo che, vistosi braccato, abbandonava la merce posta in vendita (vedi foto)