Riccione. La forza della carità per una rinascita civile

Don Giovanni Montali. La forza della carità per una rinascita civile.
Immagini, documenti, testimonianze.
Inaugurazione giovedì 3 ottobre ore 20.30
Chiesa di San Lorenzo in Strada.

Giovedì 3 ottobre ore 21
Chiesa di San Lorenzo in Strada
Don Giovanni Montali e l’eredità culturale di Igino Righetti.
Incontro a cura del prof. Tiziano Torresi,
Università degli Studi Roma 3
Testimonianze su e di Don Giovanni Montali
Con Don Davide Arcangeli e la dott.ssa Anna Lucciola. Modera prof. Don Gabriele Gozzi

MOSTRA
Dal 3 al 6 ottobre, Sala parrocchiale di San Lorenzo
ore 16-22, ingresso libero

Dal 25 al 27 ottobre, Palazzo del Turismo
Venerdì 25 ottobre ore 20 -23
Sabato 26 e domenica 27 ottobre dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Ingresso libero.
Visite guidate su prenotazione (tel. 0541426050).

IGINO RIGHETTI E IL RINNOVAMENTO DELLA CULTURA CATTOLICA.
Venerdì 25 ottobre ore 21, Palazzo del Turismo
L’influsso del suo pensiero sulla chiesa e sulla cultura del suo tempo.
Incontro con il prof. Renato Moro, docente di storia contemporanea, Università degli Studi di Roma 3. Modera prof. Don Pierpaolo Conti.

In occasione del 60° anniversario della morte di don Giovanni Montali, parroco di San Lorenzo in Strada dal 1912 al 1959, il Comune di Riccione e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose A. Marvelli si propongono di ricordare la figura di questo indomito sacerdote del nostro territorio cui si deve la rinascita morale, spirituale e anche concreta, non solo si una parrocchia che affonda le sue radici nella storia, ma anche di una città in tutte le sue componenti.
Si deve a lui, oltre alla diffusione dei principi della dottrina sociale della chiesa – encicliche Rerum Novarum e Quadragesimo Anno – la creazione di opere sociali a favore delle classi più diseredate e la fondazione e rifondazione di chiese in territorio riccionese.
Sempre vicino agli operai e ai contadini, fondò la prima Cassa Rurale di Riccione, a San Lorenzo nel 1914.
Fu autentico promotore della libertà e della democrazia, contro le derive totalitarie del comunismo e del fascismo. Pagò di persona il suo impegno civile e la sua collaborazione con la Resistenza con l’uccisione del fratello e della sorella, avvenuta il 10 settembre 1944.

La mostra
10 pannelli corredati da immagini ripercorrono in maniera tematica e cronologica le tappe fondamentali della vita di Don Montali: dagli anni della formazione, all’attività pastorale a San Lorenzo, alle opere sociali a favore della città; dagli anni terribili della seconda guerra mondiale al dopoguerra e alla ricostruzione.
L’esposizione è arricchita da materiali d’epoca, tra cui preziosi documenti e lettere originali a importanti esponenti della chiesa e della politica e anche oggetti appartenuti a Don Giovanni Montali.