Riccione. Imposte non versate, la Giunta chiede il fallimento della Kiron srl

La Giunta Comunale ha dato mandato al legale del Comune di Riccione di richiedere il fallimento della società Kiron srl.

 

Il Comune di Riccione risulta infatti creditore per un importo complessivo di circa 1 milione di euro per imposte non versate – ICI, IMU e TASI -.

 

In particolare risulta non versata  l’imposta comunale sugli immobili per le annualità dal 2008 al 2011 per un importo di 207.700,00 euro, l’imposta IMU per le annualità dal 2012 al 2016 per un importo di 740.353,00 euro, la TASI per le annualità dal 2014 al 2016 per 30,611,00 euro e la differenza ICI per il 2011 ricalcolata a seguito di denuncia infedele ed ammontante a 695,00 euro.

 

La misura adottata dalla Giunta fa seguito ad una attesa lunga e vana. Nonostante la notifica delle relative ingiunzioni di pagamento, la società è rimasta inadempiente.

 

Una situazione di elevata insolvenza, che Kiron srl non è in grado di soddisfare, da qui la decisione dell’amministrazione di proporre istanza di fallimento. Quest’anno ricorrono i 10 anni dalla delibera sul progetto Futurismo per il quale sembrava imminente la realizzazione, salvo concludersi con l’attuale ricorso per dichiarazione di fallimento della società.