Riccione. Il cavaliere da un assist alla Tosi

Due sorprese per la candidata sindaco Renata Tosi. Da una parte una multa salata per non aver rispettato la legge che vieta di fare pubblicità elettorale con megafoni per le strade, dall’altra una lettera del Cavaliere Silvio Berlusconi che tramite Forza Italia, invita amici e simpatizzanti a votarla. «Gentile amica, caro amico, ti chiedo un impegno importante: domenica 25 giugno vai a votare e metti una croce sul nome Renata Tosi», si legge nella missiva che prosegue dicendo: «Se al primo turno non sei andato a votare, puoi ancora aiutarci e fare la differenza. Il voto per Renata Tosi è l’unico voto utile per la tua città e per Forza Italia. Vai a votare e convinci amici e parenti a fare altrettanto. La tua Riccione, la Riccione della mia gioventù, merita di essere liberata dalla sinistra, merita un sindaco per bene e capace come Renata Tosi». Fin qui il dolce. Poi l’amaro.
IL CAMION con la vela che pubblicizza la candidata sindaco Renata Tosi è stato sanzionato dalla Polizia municipale, perché, contravvenendo alle leggi vigenti, girava per le strade con l’altoparlante, lanciando il messaggio «vota Renata Tosi». Cosa andata di traverso soprattutto agli avversari. Dopo le segnalazioni, mercoledì sera gli agenti hanno fermato il mezzo e prese le generalità del conducente, hanno fatto scattare la multa. Trattandosi di una violazione normativa specifica sulla propaganda elettorale, a stabilire il costo di questa infrazione amministrativa sarà il Prefetto. Come previsto dalla legge, comunque, la multa potrà oscillare da un minimo di 103 euro a un massimo di 1.032 euro. Nonostante tutto il camioncino non si è arreso, ieri mattina ha continuato a sfare la spola da un capo all’altra della città, con l’altoparlante che invitare i riccionesi a votare la Tosi. Il Resto del Carlino