Riccione. FERMATO CON NUMEROSE DOSI DI COCAINA E MARIJUANA ED UNA PISTOLA GIOCATTOLO OCCULTATA NEI PANTALONI

FERMATO CON NUMEROSE DOSI DI COCAINA E MARIJUANA ED UNA PISTOLA GIOCATTOLO OCCULTATA NEI PANTALONI

UN ARRESTO DELLA POLIZIA DI STATO A RICCIONE

 

Prosegue l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte degli uomini della Polizia di Stato sui territori di Rimini e Riccione; nello specifico, nella decorsa nottata un servizio specifico organizzato a Riccione ha consentito agli agenti di individuare, nei pressi della pista ciclabile in prossimità di piazzale Azzarita, un gruppetto di giovani il cui comportamento ha insospettito i poliziotti, i quali hanno deciso di seguirne gli spostamenti fin sulla spiaggia ove, poco dopo, si sono fermati in prossimità della battigia.-

Immediatamente uno di loro ha tirato fuori un involucro dal quale ha estratto della sostanza, cominciando a preparare una dose di quella che poi si è rivelata essere cocaina; gli agenti sono intervenuti bloccando il gruppetto e quello che aveva “preparato“ la dose è stato subito sottoposto ad un controllo più approfondito, all’esito del quale sono saltati fuori una serie di involucri contenenti numerose dosi di stupefacente del tipo cocaina e marijuana.-

Ma non solo, dalla cintola dei pantaloni del giovane era chiaramente visibile il calcio di una pistola che, dopo essere stata sequestrata dagli agenti è risultata essere una perfetta riproduzione inerte di una semiautomatica marca BRUNI calibro 9, con 6 pallottole a salve inserite nel caricatore.-

Nel corso del controllo al giovane è stato anche rinvenuto, all’interno di un marsupio, uno smartphone di cui non ha saputo giustificarne il possesso; in tale frangente, uno dei giovani fermati con lui ha subito riconosciuto il proprio telefono, rubatogli poco prima da ignoti all’interno di un locale della zona.-

Al termine degli accertamenti il giovane, un 28enne di origine marocchina, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e furto aggravato; condotto presso le camere di sicurezza della Questura, verrà giudicato con rito direttissimo nella mattinata odierna.-