Riccione. False generalità: arrestato. Con coltello aveva minacciato carabinieri e clienti ristorante

Nel pomeriggio del 9 luglio 2018, in Misano Adriatico (RN), i militari della locale Stazione Carabinieri traevano in arresto, per il reato di false generalità http://johnesocial.com/members/jayneedgell409/activity/12841/ M.D. 27-enne, senegalese, domiciliato a Riccione.  Nella circostanza l’indagato, sottoposto a controllo da parte dei militari, forniva loro false generalità, qualificandosi come http://thesweetsunshine.com/tag/arizona-bogger/ S. M., identità con le quali era già stato tratto in arresto, il 6.07.2018, per Resistenza a Pubblico Ufficiale, minaccia aggravata e detenzione e porto di armi ed oggetti atti ad offendere, allorquando all’interno di un ristorante aveva dato in escandescenza minacciando e brandendo con un coltello ed un machete, sia i militari che i colleghi di lavoro. Gli accertamenti condotti nella giornata di ieri, permettevano infatti di acclarare che il cennato http://xconify.com/press-releases/ M.D. – allo scopo di nascondere il proprio stato di clandestinità – aveva fornito, sia ai militari, che al proprio datore di lavoro, al momento dell’assunzione, la carta di soggiorno appartenente ad altro soggetto. L’uomo, pertanto, veniva altresì indagato in stato di libertà poiché responsabile del reato di sostituzione di persona. Espletate le formalità di rito, l’arrestato  è stato trattenuto all’ interno di queste camere di sicurezza, in attesa celebrazione rito direttissimo che si terrà nella mattinata odierna, innanzi all’ A.G. di Rimini, informata da Arma Misano Adriatico che procede.