Riccione. Edilizia, richieste di permesso di costruzione in aumento

Tosi “variante al Rue 2016 e nuovi criteri di controllo dello sportello Sue iniziano a dare buoni frutti per rivitalizzazione del tessuto economico e imprenditoriale della città”.

 

“Snellimento delle procedure burocratiche per rendere sempre più semplice lo smaltimento della pratiche edilizie e riduzione dei tempi di risposta che privati e tecnici professionisti chiedono all’amministrazione. L’introduzione dei nuovi criteri di controllo- dichiara il Sindaco Renata Tosi con delega all’Edilizia Privata– avviati dallo Sportello Unico per l’Edilizia e intrecciata alla nuova variante al Rue  2016 con innovativi strumenti di agevolazione e riqualificazione a disposizione di alberghi, attività commerciali e  privati, incardinati nella variante stessa, ha iniziato a dare buoni frutti per una rivitalizzazione del tessuto economico e imprenditoriale della città”.

 

Dal mix di misure apportate dalla variante al Rue e dal processo di riorganizzazione e digitalizzazione del Sue, nel periodo compreso tra il 01/01/2017 e il 31/07/2017, sono stati conseguiti i seguenti risultati: i permessi di costruire richiesti sono stati 26 contro i 12 dello stesso periodo del 2016; le SCIA (segnalazioni certificate di inizio attività) e le CIA(comunicazioni d’inizio attività) sono state 569,  dieci in più rispetto allo stesso periodo del 2016; i certificati di conformità edilizia e agibilità (CCEA) sono stati 137.

Oltre ai questi dati, occorre sottolineare il fattore più rilevante, cioè la tipologia di pratiche arrivate negli uffici comunale che ,per entità e consistenza, hanno prodotto un deciso aumento dell’incasso dovuto ai contributi di costruzione (da 715.000 a 1.224.000 euro) pari ad un incremento del 71%.

“I dati- prosegue il Sindaco Tosi – confermano un concreto impegno degli uffici comunali nel ridurre le tempistiche delle pratiche e delle autorizzazioni, nella consapevolezza di essere sempre più vicini alle imprese del territorio e ai professionisti che quotidianamente si rivolgono al Comune. Allo stesso tempo i maggiori introiti, derivanti dai contributi di costruzione, sono il chiaro segnale di un primo e significativo rinnovato fermento dell’edilizia privata, che intendiamo affiancare e incentivare, anche in previsione dell’adozione del Piano Urbanistico Regionale che adotteremo senza aspettare i tre anni previsti dalla legge”.

 

Con la riorganizzazione dello Sportello Unico per l’Edilizia si ricorda che è stato introdotto per le Segnalazioni Certificate di Inizio Attività, il sorteggio settimanale di una quota di pratiche edilizie del 25% come previsto dalla vigente legislazione urbanistica. Rispetto alla situazione precedente, con questa nuova modalità è aumentata la qualità dei controlli effettuati sulle singole pratiche estratte tramite sorteggio e si sono snelliti i tempi d’azione per la presentazione di una pratica edilizia e l’avvio d’esecuzione lavori. Un altro miglioramento apportato è consistito nell’apertura al pubblico dello sportello il martedì e il venerdì dalle 9.00 alle 13.00; il giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00. Il personale dipendente del Front Office, posto al piano terra della sede Comunale, è a completa disposizione del pubblico per garantire ogni attività di riferimento. Questa diversificazione degli orari e dei giorni di apertura ha consentito, nei restanti giorni della settimana, di eseguire in maniera celere il corretto controllo delle pratiche edilizie.