Riccione. Droga, unità cinofile, arresti: lavoro extra a Natale per i Carabinieri

Prosegue senza sosta, anche nei giorni concomitanti con le festività natalizie l’azione di prevenzione e di contrasto degli uomini e delle donne dell’Arma dei Carabinieri anche nella fascia meridionale della Provincia di Rimini, ed in particolare a Riccione, Misano Adriatico, Cattolica ed in Valconca.

Negli ultimi giorni, infatti, nell’ambito della c.d. operazione “Natale Sicuro” – disposta dal Comando Provinciale di Rimini agli ordini del Colonnello Giuseppe Sportelli – i militari della Compagnia della Perla Verde, su disposizione del loro Comandante, Capitano Marco Califano, hanno intensificato la loro presenza sul territorio, soprattutto grazie ad un accresciuto numero di pattuglie collocate a vigilanza di tutti i principali centri della giurisdizione e alla apertura – quest’anno per la prima volta anche in periodo invernale – dell’ulteriore Presidio dell’Arma nel centralissimo Piazzale Ceccarini, in aggiunta a quello storico di Viale Sirtori.

Nello specifico, l’esecuzione di mirati servizi coordinati di controllo del territorio, avvalsisi anche dell’apporto dei colleghi del Nucleo Cinofili di Pesaro, ed organizzati allo scopo di garantire una piacevole e sicura permanenza ai cittadini ed ai numerosi turisti affluiti recentemente in Riviera, hanno portato nelle giornate del 24, 25 e 26 dicembre a conseguire importanti risultati operativi.

In particolare, la notte della vigilia di Natale, a Saludecio, gli uomini della locale Stazione, al culmine di una attività attività perquisitiva domiciliare, effettuata mediante l’ausilio di unità cinofile antidroga, traevano in arresto B.D., 20-enne, residente a Saludecio, celibe. Nella circostanza venivano rinvenuti circa quindici grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente. Al termine delle formalità di rito, l’arrestato veniva sottoposto in regime degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo innanzi all’A.g. di Rimini.

Il giorno di Natale, i militari della Stazione di Montescudo – Monte Colombo, traevano in arresto G.M.N. 36-enne tunisino, domiciliato presso la Comunità terapeutica del luogo, in ottemperanza all’ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Bologna in sostituzione della detenzione domiciliare, in atto al quale era stato collocato poiché già ritenuto responsabile di lesioni gravi.

Il giorno di Santo Stefano, invece, gli uomini del Presidio di Viale Ceccarini, assieme ai loro colleghi del Nucleo Radiomobile, hanno tratto in arresto, per furto aggravato,

  • S. 56-enne brindisino, residente nel bolognese;
  • G.48 brindisino, residente a Riccione.

Nella circostanza i militari, a seguito richiesta da parte dei cittadini pervenuta sul numero di emergenza “112”, intervenivano in questa via Parini, sorprendendo indagati, subito dopo che gli stessi avevano asportato da autovettura lancia y, ivi parcheggiata – previa effrazione finestrini – documenti di circolazione del mezzo ed il mazzo di chiavi della abitazione del proprietario del mezzo. successiva perquisizione veicolare condotta sull’ autovettura in uso ai prevenuti, permetteva di rinvenire arnesi atti allo scasso, poi sottoposti a sequestro. La refurtiva veniva così recuperata e restituita all’avente diritto. Per i due vi sarà udienza con rito direttissimo stamane presso il Tribunale di Rimini.

 

Ulteriore attenzione, inoltre e come di consueto, è stata ancora una volta prestata al delicatissimo tema della sicurezza stradale, con numerosi controlli su strada che anno portato lungo le principali arterie viarie ad:

  • Identificare ben più di 90 persone e circa 60 automezzi;
  • Sanzionare amministrativamente 3 giovani assuntori di sostanze stupefacenti.

Come è possibile leggere in una nota ufficiale dei Carabinieri di Viale Sirtori, infine, analoga attenzione e massima presenza a presidio del territorio proseguirà anche nei prossimi giorni in occasione delle festività legate alla conclusione dell’anno.