Riccione. ATTIVITÀ PREVENTIVA E DI CONTRASTO DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI RICCIONE (RN).

ATTIVITÀ PREVENTIVA E DI CONTRASTO DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI RICCIONE (RN).

 

Nota stampa del 15 giugno 2018.

__________________________________________________________________

 

L’avvio della stagione estiva già concretizzatosi negli ultimi giorni con un importante incremento delle presenze turistiche avvertite nel territorio provinciale ha portato, come di consueto, ad una intensificazione della proiezione esterna da parte dei militari dell’Arma. Nella parte meridionale della provincia, in particolare, gli uomini della benemerita  – guidati dal capitano Marco Califano – negli ultimi giorni, oltre a garantire la tradizionale apertura estiva dell’innovativo presidio di piazzale Ceccarini a Riccione – le cui funzionalità presto si affiancheranno anche quest’anno ai consueti servizi festivi di pattugliamento della battigia (con un mezzo a trazione 4 × 4) e dei viali pedonali a maggior afflusso turistico (mediante l’impiego di un’innovativa autovettura elettrica) – 1000 ordinarie attività di controllo del territorio hanno raccolto in poche ore, tra ieri e d’oggi, sottonotati risultati operativi:

–  a Montescudo-Monte Colombo (RN), traendo in arresto C. D. vastese, cl. 81, al quale veniva notificato un “DECRETO SOSPENSIONE AFFIDAMENTO IN PROVA AI SERVIZI SOCIALI E CONTESTUALE ORDINE DI CARCERAZIONE”, emesso in data odierna dall’Ufficio Sorveglianza di Bologna poiché già ritenuto responsabile in pregressa attività d’indagine di reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti;

–  a Misano Adriatico (RN), nella serata di ieri, traendo in arresto M. N. diciottenne riminese, con l’accusa di tentato furto aggravato. Il giovane era stato già arrestato dapprima nell’ottobre 2017 – nella circostanza fu tratto in arresto in flagranza di reato sempre dai Carabinieri della “perla verde” che lo avevano colto nell’atto di compiere una spaccata all’interno di una nota pizzeria del centro riccionese utilizzando un tombino – e poi nuovamente catturato, lo scorso 5 maggio quando in prossimità della stazione ferroviaria di Misano Adriatico, veniva notato sempre da una pattuglia dell’arma a bordo di un’autovettura rubata poco prima nelle vicinanze. Questa volta, invece, il ragazzo, da poco maggiorenne, l’ha fatta davvero grossa. Evaso da una comunità dove era stato collocato in regime di arresti domiciliari in relazione alle vicende appena esposte – situata nella fermammo – ha raggiunto nuovamente Misano Adriatico dove nella notte è stato colto in flagranza da una pattuglia della locale stazione carabinieri mentre scassinato la porta d’ingresso di un esercizio commerciale attivo nel settore alimentare. Per lui sono scattate così le manette ed il giudizio direttissimo dinanzi all’AG di Rimini nel corso della mattinata odierna;

–  a Riccione (RN), sempre nel corso della notte, di fatto impedendo, grazie al passaggio provvidenziale di un’autovettura dell’Aliquota Radiomobile – allertata dall’attivazione di un sistema d’allarme – il compimento di un furto all’interno di un noto ristorante sito in piazzale Roma a Riccione. L’autore, sul conto del quale sono in corso attività volte al relativo rintraccio, dopo aver provato a forzare la porta d’ingresso a calci, udita l’attivazione del sistema d’allarme ed il quasi contestuale sopraggiungere della pattuglia dell’arma, infatti, si dileguava dandosi repentina fuga. Nulla asportato nella circostanza.