Riccione. Aggredito da 5 persone nell’androne di casa. Finisce in ospedale, vicenda a processo

Quarantenne riccionese aggredito e picchiato nell’androne di casa da cinque sconosciuti dopo una serata trascorsa insieme alla compagna. Questo in sintesi il processo andato in scena  in tribunale. Il quarantenne stava rientrando a casa insieme alla sua fidanzata. Ma nell’androne c’era un gruppetto di ragazzi, cinque per la precisazione quando all’improvviso, sempre stando al racconto della vittima, uno lo avrebbe spinto alle spalle, facendolo cadere a terra. E lì poi colpito con calci e pugni. Il riccionese era però riuscito a rialzarsi e, insieme alla fidanzata, a trovare rifugio dentro l’ascensore. Una volta in ospedale la sua fidanzata aveva riconosciuto tra i malati che attendevano di essere vistati, anche il loro aggressore. Da lì la denuncia e il processo.