Riccione. A Riccione la carica dei 3500 per il Judo under 15 al PlayHall . Interviste Longo-Righetti

A Riccione la carica dei 3500 per il Judo under 15 al PlayHall 

Longo: “Si conferma prima manifestazione in Italia”

Righetti: “Stiamo investendo sul turismo sportivo che cresce”

RICCIONE 13 febbraio 2020 – Sabato 15 e domenica 16 febbraio a Riccione arriveranno oltre 3500 persone da tutta Italia, tra atleti, accompagnatori, arbitri e staff organizzatori, per il campionato di Judo GP Emilia Romagna che si svolgerà al Palazzo dello Sport (PlayHall) sotto la sapiente organizzazione della Polisportiva, in collaborazione con il consorzio “Riccione Sport” e l’amministrazione comunale di Riccione.

“Da sabato a domenica oltre mille atleti under 15, con accompagnatori al seguito, e oltre ad un centinaio di arbitri e giudici sportivi, arriveranno a Riccione per quella che è diventata la più grossa manifestazione di judo under 15 d’Italia”, ha spiegato, Giuseppe Longo, responsabile della sezione Judo della Polisportiva Riccione. “Della nostra polisportiva riccionese avremo in competizione 6 atleti. Questo è il terzo anno consecutivo che organizziamo il campionato Judo GP Emilia Romagna a Riccione, diventando così la manifestazione più importante in fatto di numero di atleti presenti a livello nazionale. Inoltre il nostro campionato è valevole per i campionati italiani che si svolgeranno a maggio a Roma”.

L’organizzazione, quindi Polisportiva in sinergia con Consorzio Riccione Sport e amministrazione comunale, ha messo a disposizione durante la manifestazione il servizio di sicurezza, ambulanze e medici, con presidio continuo al PlayHall.

“E’ segno questo che noi nel turismo sportivo ci crediamo, puntiamo e investiamo – ha dichiarato, Claudio Righetti, titolare dell’Hotel Fedora, uno dei 100 hotel del Consorzio Sport Riccione (e dei Bike Hotel Riccione) che accoglierà parte delle 3500 persone che questo weekend arriveranno nella Perla Verde. “Puntare sul turismo sportivo è importantissimo, tanto che abbiamo pensato ad un lungo calendario: partiamo questo weekend col judo per arrivare ad ottobre con i campionati mondiali di salvamento. Abbiamo quasi una ventina di manifestazioni per cui in alcuni mesi dell’anno il turismo sportivo rappresenta il 70% del nostro business. Noi investiamo nel turismo sportivo ogni anno come consorzio almeno 60 mila euro, tra logistica e promozione. Quest’anno abbiamo avuto ad esempio i campionati di scherma “Gran Premio giovanissimi” e ci siamo occupati di garantire un alto livello di accoglienza. “Ma lo sport è vario, prendiamo ad esempio il settore del cicloturismo  – ha precisato Righetti – da solo ha un trend di crescita del 40% a livello mondiale, noi “Bike – hotel” di Riccione, alberghi specializzati nel  cicloturismo, andremo ad investire nei prossimi due anni 70 mila euro. Questo perché il settore leisure non basta più. Se da aprile in poi abbiamo a Riccione tedeschi, belgi, francesi, svizzeri e canadesi è perché ci stiamo specializzando nel cicloturismo, fa bene alla natura, fa bene alla salute del turista e fa bene a Riccione. E quindi anche la RRW, la Ride Riccione, organizzata dal Comune, è un’iniziativa importante perché è promozionale e richiama turisti anche stranieri. Le manifestazioni sportive danno oltre che visibilità, credibilità ad una località che sarà scelta perché oggi il turista straniero vuole sì andare al mare ma anche fare un’attività sportiva mirata”.

In allegato le foto di Giuseppe Longo (maglia rossa)

E Claudio Righetti (divisa da ciclista)