Renzi sbatte la porta in faccia ai 5 Stelle: “Sono una baby gang”

L’ex premier: «Mi vogliono spalle al muro: o con il M5s o le elezioni. Allora meglio il voto».

L’altro giorno, sull’uscio della porta che immette dal Transatlantico al cortile interno di Montecitorio, Emanuele Fiano, mentre stringeva tra le dita una sigaretta, a cui dava una boccata dopo l’altra, con atteggiamento nervoso, aveva azzardato un’interpretazione su quella strana apertura ai grillini che il reggente del Pd, Maurizio Martina, aveva fatto all’«esploratore» Roberto Fico.