Nasce il movimento per africani: Kyenge guida ‘Afroitalian power’

L’iniziativa di Cecile Kyenge: “Esprimere un nuovo approccio alla partecipazione politica, sociale ed economica degli afro-italiani”

Non sarà tecnicamente un “partito”. Magari rimarrà solo un “movimento” o un’iniziativa isolata organizzata per questo novembre.

Di certo c’è che a ideare l’”Afroitalian Power Initiative” è la solita Cecile Kyenge, eurodeputata Pd e ex ministro dell’Integrazione nel governo Letta. E sebbene tecnicamente non si tratti di una nuova sigla partitica, di certo il sapore è tutto politico. Con l’intenzione di “esprimere un nuovo approccio alla partecipazione politica, sociale ed economica degli afro-italioani”.

Il primo appuntamento è previsto a Modena per questo fine settimana. A lanciarlo è la stessa eurodeputata con un lungo post su Facebook corredato da un video promozionale. “Nasce Afroitalian Power Initiative – si legge – per dare voce a chi voce non ne ha. È tempo di farsi valere. È tempo di dimostrare che ci siamo. Contro i soprusi e la discriminazione, per un futuro – e un presente – di rispetto, coesione, benessere e pace sociale”.

Per Kyenge è necessario combattere perché “viviamo un momento storico in cui il rispetto della nostra identità di afro-italiani e dei nostri diritti sono costantemente messi a repentaglio: c’è chi vuole impedire ai nostri figli di usufruire dei servizi scolastici, c’è chi ci discrimina per il colore della pelle, c’è chi ci impedisce di vivere da persone libere“. Ogni riferimento a esponenti politici è puramente casuale. “AfroItalian Power Initiative – continua l’ex ministro – vuole esprimere un nuovo approccio alla partecipazione politica, sociale ed economica degli afro-italiani, e serve per raccontare una storia diversa: una storia fatta di partecipazione, orgoglio, riscatto – a partire dai protagonisti della Diaspora Africana, che in Italia contribuiscono in modo fondamentale al benessere del Paese“.

All’incontro parlaranno imprenditori, attivisti, assessori ed esponenti del gruppo S&D del Parlamento europeo. “Al centro del percorso – si legge ancora – la necessità di passare dall’assistenzialismo al protagonismo, che si concretizza nelle iniziative economiche e politiche degli afro-italiani. Perciò API prevede ‘ImpresAfrica’, una rassegna delle impese afro-italiane, e ‘Afro-italiani in Movimento’, un’iniziativa politica di autoaffermazione“.