Misano. Richiesta di rinvio a giudizio per il 30enne che investì e uccise Hayden

Richiesta di rinvio a giudizio per il trentenne di Morciano che ha investito Nicky Hayden il 17 maggio scorso. Al giovane è stato contestato l’omicidio stradale perché “in concorso di cause indipendenti con la condotta colposa del ciclista ne cagionava la morte per colpa, consistita in negligenza ed imprudenza non avendo mantenuto una condotta di guida adeguata in relazione alle condizioni di luogo e comunque per colpa consistita in inosservanza delle norme nella disciplina della circolazione stradale”. Arrivato all’incrocio in via Tavoleto, il Hayden non si era fermato allo stop e si era immesso direttamente sulla strada dove stava arrivando il 30enne alla guida di una Peugeot. Il morcianese viaggiava ad una velocità di 72,8 chilometri anziché ai 50 consentiti.