Misano. Causa dei famigliari al morcianese che ha investito Hayden: il web si spacca

Web letteralmente spaccato dopo la notizia circolata ieri. I famigliari di Nicky Hayden chiedono il risarcimento al ragazzo morcianese che guidava l’auto che l’ha travolto, uccidendolo. La lettera con la richiesta danni è arrivata direttamente al giovane, alcuni giorni fa. Altra tegola sul giovane, che già si trova sul registro degli indagati per omicidio stradale. Determinante per l’inchiesta sulla morte di Nicky Hayden saranno gli esiti della perizia che la Procura di Rimini ha affidato a Orlando Omicini.  A quanto pare comunque il pilota americano, in sella alla sua bici da corsa, non ha dato la precedenza all’incrocio fra le vie Ca’ Raffaelli e Tavoleto. Hayden avrebbe tirato dritto anziché fermarsi, e il trentenne di Morciano, che percorreva via Tavoleto alla guida della Peugeot, non è riuscito a evitare l’impatto. E sul web impazzano i commenti fra chi è a favore della iniziativa della pilota dell’amato pilota e chi invece afferma che è stata un fatalità e che il giovane morcianese non poteva farci nulla. Ecco due commenti emblematici scelti fra centinaia. “Hanno fatto bene a fare causa, in quella strada si va troppo forte e Nicky era un patrimonio sportivo dell’umanità”. Dall’altra parte: “Ma scusate come si fa a fare causa al tipo che guidava? E’ stato Hayden a tagliargli la strada. Boh sarà già distrutto per avere ucciso una persona e gli vai anche a fare causa?”.