Riccione. Pubblico esercizio vende alcol a minorenne, denunciato titolare dalla Polizia Municipale

Pubblico esercizio vende alcol a minorenne, denunciato titolare dalla Polizia Municipale

 

Raffaelli “saranno massimi i controlli di bar o minimarket che non rispettino le regole”

 

“Sono in corso controlli rigorosi nei confronti della vendita di alcol a minori presso i pubblici esercizi. E’ un’attività che vede fortemente impegnata la Polizia Municipale in un campo d’azione, come la tutela dei minori, che richiede, nei casi di mancato rispetto delle regole, un’azione forte con la denuncia dei titolari degli esercizi e, nei casi di recidiva, la sospensione della licenza. La zona a mare della ferrovia è particolarmente oggetto di controllo, e lo sarà con ancor maggiore frequenza e capillarità nei prossimi giorni, per contrastare la vendita abusiva di alcol, con particolare attenzione ai giovanissimi. Su tutto il territorio i controlli verso bar o minimarket, che non rispettino le regole saranno massimi, non è pensabile che qualcuno metta a rischio l’incolumità e la salute dei nostri ragazzi e dei nostri giovani turisti”.

 

L’assessore alla Polizia Municipale e attività economiche on. Elena Raffaelli interviene dopo l’episodio avvenuto nella serata dello scorso sabato in viale Gramsci dove un pubblico esercizio ha somministrato alcol(shortini) ad una giovane bolognese di 14 anni in vacanza a Riccione, ospite di parenti. Gli agenti del Corpo Intercomunale di Polizia Municipale, intervenuti durante i controlli effettuati in questo periodo, hanno denunciato il titolare all’Autorità Giudiziaria per somministrazione di alcol a minore di anni 16, come previsto dall’art.689 del Codice Penale.