Coriano. Oltre 3000 studenti di tutta Italia attesi a Sanpa

Oltre 3000 studenti di tutta Italia mercoledì e giovedì, 10 e 11 ottobre,  saranno a San Patrignano per confrontarsi con figure del mondo delle istituzioni, dello spettacolo e con esperienze di associazionismo  nazionali ed internazionali. Grande attesa per il ministro per le Politiche per la famiglia con delega alla droga Lorenzo Fontana

La prevenzione, l’educazione e il recupero dalle dipendenze nell’esperienza di San Patrignano. Tutti i tratti che caratterizzano l’impegno della comunità riminese saranno al centro dei WeFree Days, in programma mercoledì 10 e giovedì 11 ottobre. Saranno oltre 3000 gli studenti di tutta Italia che parteciperanno all’evento realizzato grazie al sostegno di Lamborghini Trattori, che gode della media partnership di QN – Poligrafici Editoriale e del patrocinio della Regione Emilia Romagna e del Comune di Rimini. I ragazzi delle scuole saranno i veri protagonisti della due giorni, assistendo agli spettacoli di prevenzione della comunità, incontrando il mondo delle istituzioni, realtà sociali provenienti da tutta Italia e personaggi dello spettacolo e dello sport con cui potranno dialogare e confrontarsi.

Il forum istituzionale

Ospite d’eccezione di questa edizione sarà il ministro per le Politiche per la famiglia con delega alla droga Lorenzo Fontana che nella mattinata dell’11 ottobre aprirà il forum dal titolo “Da 40 anni recupero, prevenzione, educazione: eroi o folli?”. Nel 40° anno dalla sua fondazione, San Patrignano propone un dibattito per discutere sul tema della droga e della tossicodipendenza, nell’ottica del recupero e della prevenzione. Un momento per raccontare come la comunità ha da sempre offerto un supporto reale alla lotta alla droga in Italia, per favorire il dialogo tra istituzioni e società civile, dare nuove risposte alle famiglie, alla scuola, ai giovani e garantire loro un futuro. Dopo l’intervento del Ministro si terrà un primo momento di confronto sulla prevenzione alla presenza di Maria Contento, Direttrice del Dipartimento Politiche Antidroga, John L. Harrison, Office of the Chairman Community Anti-Drug Coalitions of America, Antonio Affinita, direttore del Moige. A seguire un panel sul recupero come valore positivo per la società a cui parteciperanno Roberta Pacifici, Responsabile Osservatorio Fumo, alcol e droga  dell’ Istituto Superiore della Sanità, e David Best, professore associato di studi sulle dipendenze alla Monash University di Melbourne.

Il convegno internazionale degli epatologi

Nella prima giornata dei WeFree Days, San Patrignano ospiterà il workshop “L’eliminazione dell’epatite virale in persone che hanno fatto uso di droghe per via iniettiva”, organizzato dall’EASL internazionale Liver Foundation di Ginevra. Circa 100 esperti internazionali e nazionali di epatite virale e trattamento farmacologico nonché rappresentanti del governo, dell’industria e dei pazienti si riuniranno per esaminare e discutere gli ultimi progressi nel trattamento dell’epatite virale.

Le attività per i ragazzi

Fra le attività dedicate agli studenti invece, in programma nelle due mattinate gli spettacoli di prevenzione “Ragazzi Permale” e “Lo Specchio” che San Patrignano durante l’anno scolastico porta nei teatri di tutta Italia. Sul palco alcuni ragazzi della comunità racconteranno la loro esperienza con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti sul tema dipendenze e stili di vita a rischio. Nei due pomeriggi potranno conoscere altre realtà sociali italiane che utilizzano l’arte come leva per coinvolgere i giovani e confrontarsi con personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport come la giurata del programma “Ballando sotto le stelle” Carolyn Smith, il giovane vincitore di Masterchef 2017 Valerio Braschi, l’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti e il cantante Nesli.

Scopri di più sul sito dedicato