CORIANO. L’ULTIMA MENZOGNA PER FERMARE LA SPINELLI A TUTTI I COSTI

La campagna elettorale di Coriano si conclude come è iniziata con fango, veleni, attacchi mediatici sul web. Un repertorio di effetti speciali a go go dal carro armato, al castello, all’imperatrice rossa, ai feudatari, ai vassalli, al tribuno della plebe sul trattore, ai fotografi di strada spuntati come funghi. Tutto con un unico e chiaro obiettivo fermare Domenica Spinelli. Nell’inconscio dei suoi avversari l’incubo ricorrente averla sindaco per altri cinque anni.

Mia madre mi ha insegnato che le pentole devono avere i coperchi altrimenti tutto evapora. Dopo le balle sulla presunta incompatibilità del Vice Sindaco Ugolini e sulla cattiva gestione del teatro, ennesimo rovescio finale. La futura Vice Sindaco del candidato della Lista civica di centro-sinistra appoggiata dal Pd Roberta Talacci vede un bilancio che non c’è e dimostra di non sapere adempiere all’eventuale ruolo.

Leone da tastiera come i consiglieri Paolucci e Tordi che si sono scatenati parimenti al Presidente della Pro Loco, che dovrebbe restare al di fuori della dialettica politica, per mostrare una Coriano immobile e disastrosa che non corrisponde assolutamente alla realtà. Specialisti di un autolesionismo che rischia di danneggiare l’immagine del paese che declamano di amare e volere rilanciare. Mentendo spudoratamente perchè l’amministrazione comunale uscente ha dovuto rimediare alla situazione di sfascio causata da quella sinistra che pensa da sempre di possedere in esclusiva la superiorità morale che costituisce invece il classico sasso nel stagno da scagliare contro gli altri.

Salvatore Occhiuto

allegato documento

DEBITI FUORI BILANCIO

12.1) Debiti fuori bilancio riconosciuti nell’esercizio finanziario 2011 Con decreto del Commissario Prefettizio nei poteri del Consiglio Comunale n. 24 del 22/08/2011 è stata riconosciuta la legittimità dei debiti fuori bilancio, ai sensi dell’art. 194, lettera e) del D.Lgs. n. 267/2000 (acquisizione di beni e servizi in violazione delle regole previste dal Tuel), per un ammontare complessivo di € 3.967.493,79. Non è invece stata riconosciuta la legittimità dei debiti fuori bilancio per un importo di €. 7.612,10 (rif. decreto CC n. 25 in pari data). Con il medesimo atto per il pagamento dei suddetti debiti era stato stabilito un piano triennale di rateizzazione, a decorrere dall’anno 2011, come di seguito riportato:

ANNO 2011 ANNO 2012 ANNO 2013 € 2.037.718,38 € 1.146.981,49 € 782.793,92

Per il finanziamento dei suddetti debiti, stante la difficoltà di reperire entrate correnti anche a causa di un accentuato squilibrio nella parte corrente del bilancio, è stato adottato un piano di valorizzazione ed alienazione del patrimonio immobiliare idoneo a garantire la copertura di tali spese. Con tale piano: a) nell’anno 2011 erano previste alienazioni di beni patrimoniali disponibili per € 1.261.142,33 e l’assunzione di un mutuo di € 776.576,05 (solo per il finanziamento dei debiti riconducibili alle spese di investimento); b) per l’anno 2012 il finanziamento era garantito attraverso alienazioni di beni patrimoniali disponibili per € 1.058.857,67 ed entrate correnti per € 88.123,82; c) per l’anno 2013 il finanziamento era garantito da alienazioni di beni patrimoniali disponibili per € 730.000,00 ed entrate correnti per € 52.793,92. Stante la crisi economica in atto e lo scarso interesse di mercato, le alienazioni del patrimonio immobiliare non hanno avuto gli esiti previsti per cui nel mese di novembre è stato necessario individuare modalità alternative di finanziamento anche attraverso una rimodulazione del piano di rateizzazione dei pagamenti, onde evitare la dichiarazione di dissesto.
Con decreto del Commissario Straordinario n. 56 del 30/11/2011 è stato approvato il nuovo piano di rateizzazione dei debiti fuori bilancio così articolato:

ANNO 2011 ANNO 2012 ANNO 2013 € 1.016.956,05 € 1.720.446,01 € 1.230.091,73

Per l’anno 2011 i debiti fuori bilancio sono stati finanziati mediante alienazioni per € 240.380,00 e assunzione di mutuo per € 776.576,05. Alla data odierna le alienazioni previste per il finanziamento dei debiti fuori bilancio per l’anno 2011 sono state tutte introitate e il mutuo di € 776.576,05 è stato concesso dalla Cassa Depositi e Prestiti Spa in data 27/12/2011.

Successivamente con decreto del Commissario Straordinario n. 20 del 15/03/2012 sono state modificate le modalità di finanziamento per l’anno 2012: i debiti fuori bilancio saranno finanziati esclusivamente con i proventi da alienazioni per € 1.720.446,01 mentre per l’anno 2013 i debiti fuori bilancio saranno finanziati per € 573.464,51 con i proventi della tassa smaltimento rifiuti, per € 600.000,00 con l’addizionale comunale irpef e per € 56.627,22 con alienazioni del patrimonio.

Infine, con deliberazione di Consiglio Comunale n. 42 del 29/11/2012 è stato modificato ulteriormente il piano di rateizzazione e le relative modalità di finanziamento per la mancata realizzazione delle alienazioni previste per il finanziamento dei debiti fuori bilancio imputati nell’anno 2012. Il nuovo piano di rateizzazione risulta così suddiviso:

ANNO 2011 ANNO 2012 ANNO 2013 € 1.016.956,05 € 2.024.412,49 € 926.125,25

Per l’anno 2012 il finanziamento è avvenuto per € 843.771,10 mediante alienazioni, per € 21.398,78 mediante oneri di urbanizzazione e per € 1.159.242,61 con entrate correnti.

Relazione illustrativa della Giunta al rendiconto della gestione – Esercizio 2013 87

Per l’anno 2013 i debiti saranno finanziati con entrate correnti per € 916.330,81 e per € 9.794,44, relativi a spese d’investimento, con oneri di urbanizzazione .

12.2) Debiti fuori bilancio riconosciuti nell’esercizio finanziario 2013 Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 6/9/2013 è stata riconosciuta la legittimità dei debiti fuori bilancio, ai sensi dell’art. 194, lettera a) del D.Lgs. n. 267/2000 (sentenze esecutive), per un ammontare complessivo di € 21.740,57 per il cui finanziamento si è provveduto mediante l’utilizzo di entrate correnti.

12.3) Attestazioni inesistenza debiti fuori bilancio Con nota prot. n. 5607 del 7/3/2014 e successivamente con nota 8357 del 10/04/2014 il Responsabile dell’area servizi finanziari ha richiesto ai Responsabili di area di questo Ente di attestare l’esistenza o l’inesistenza di debiti fuori bilancio alla data del 31/12/2013, oltre a quelli già riconosciuti con deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 6/9/2013. Con note: prot. n. 5772 del 11/03/2014, il Responsabile dell’area gestione del patrimonio, Arch. Bascucci Paolo; prot. n. 6531 del 19/03/2014, il Responsabile dell’area governo del territorio, Arch. Danilo Donati; prot. n. 9186 del 18/04/2014, il Responsabile dell’area servizi generali, Dott.ssa Carla Franchini prot. n. 9194 del 18/04/2014, il Responsabile dell’area servizi alla persona, Dott.ssa Marisa Montanari (fino al 15/12/2013) e con prot. n. 9187 del 18/04/2014, la Dott.ssa Carla Franchini (dal 16/12/2013 al 31/12/2013) per quanto di propria competenza, hanno attestato l’inesistenza di debiti fuori bilancio alla data del 31/12/2013.

Coriano, lì 30/05/2014

Il Responsabile di Area Servizi Finanziari Dott.ssa Elena Masini

Il Sindaco Domenica Spinelli