Coriano. La Cultura del Riuso come materia scolastica

Presentato nel Teatro Corte di Coriano alle presenza di alcune Classi delle Scuole dell’Istituto Comprensivo di Ospedaletto e di Coriano, il Progetto Scolastico C = E x T, il programma educativo scolastico è ideato dall’Assessorato all’Ambiente e all’ Istruzione del Comune di Coriano, in collaborazione con Green Money e il contributo di Gruppo SGR.

Il Comune di Coriano acquisterà un kit composto da: 3 macchinari tecnologici, 1 trituratore manuale (con il quale i bambini trasformeranno i tappi in materiale plastico sfuso), 1 estrusore (che trasformerà la plastica in un filo) e, infine, una stampante 3D che convertirà il filo in nuovi oggetti di uso comune.

Ogni studente avrà la possibilità di utilizzare la propria “energia” per trasformare i tappi di plastica delle bottiglie in oggetti di uso comune come le penne o portachiavi. In questo modo impareranno che ogni materiale può essere recuperato e convertito in qualcosa di utile.

Lo scopo del progetto è far comprendere ai giovani una nuova cultura basata sul riciclo e sul riutilizzo di materiali di scarto. Qualsiasi oggetto non va buttato ma recuperato!

Michele Morri: “ Il nome del progetto C= E x T sembra una formula matematica o fisica, ma in realtà ha poco di scientifico. E’ stata pensata da un antropologo e filosofo americano.

La cultura o conoscenza è il prodotto dell’energia impiegata nella nostra vita per imparare per la tecnologia che abbiamo a disposizione.

Declinato nel nostro progetto la Tecnologia è formata dal kit delle 4 macchine che trasformano un tappo prima in filo e poi in un oggetto di uso comune.

L’energia è quella fisica che non applichiamo per triturare il tappo ma anche per aprire la mente e imparare.

Imparare e quindi conoscere che un tappo di plastica, che una volta bevuta acqua in bottiglia verrebbe riavvitato e gettato nel cestino diventando rifiuto, si trasforma in un altro oggetto utile.

La natura non produce rifiuti: un albero che cade diventa nutrimento del terreno e quindi per altri alberi, un animale che muore diventa nutrimento per altri animali utili al mantenimento degli equilibri ambientali.

Questo progetto ha questa finalità farci imparare con una applicazione pratica, tangibile, visibile e utilizzabile che anche noi possiamo fare come la natura: non produrre rifiuti.

Questo progetto è destinato alle scuole di Coriano e voi ragazzi perché è vero che le nostre generazioni, noi più grandi per le nostre competenze, stanno pianificando interventi a più ampio raggio, quindi la raccolta porta a porta, azioni di riuso o di risparmio energetico ma non siamo altrettanto bravi, parlo in generale, ad applicare.

Facciamo fatica a differenziare, non viene naturale e facile, mentre voi siete ancora libri bianchi da scrivere e imparate più facilmente e naturalmente.

Il kit è a disposizione di tutte le classi, sarà consegnato su richiesta e potrà essere utilizzato in un periodo necessario, limitato solamente da una regola che non è scritta che sia chiama buonsenso e da un Piano che dovrà accontentare tutti.

Il materiale è completamente atossico, sicuro possono essere riprodotti file pre-caricati che comunque si trovano anche in rete gratuitamente; ci sarà in una prima fase un assistenza al montaggio e all’uso.

Un ultima cosa che possiamo associare a questo progetto è che la tecnologia delle stampanti 3d è una tecnologia in forte sviluppo e che già oggi viene utilizzata per costruire non solo portapenne o portachiavi ma addirittura protesi, componenti di aerei, elementi d’arredo.

Per cui vi abituerete anche ad una potenziale occupazione e applicazione futura.

Ringrazio il Sindaco Mimma e la Giunta che mi hanno dato la possibilità di portare avanti questo Progetto, il primo in Italia per come è concepito, Paolo e Matteo di Green Money gli inventori che hanno scelto Coriano come Laboratorio per applicare le loro idee.

Un sentito Ringraziamento a Gruppo SGR per avere contribuito economicamente all’acquisto del kit.

Le parole dell’ing. Tani Amministratore Delegato Gruppo SGR:

“Gruppo SGR ha molto a cuore il mondo della scuola. Quest’anno sono stati oltre 6.000 i ragazzi che hanno preso parte ai nostri progetti didattici. Del resto, è la natura stessa della nostra azienda, che fornisce un servizio pubblico e ragiona sul lungo termine, ad avvicinarci ai più giovani. Ci piace investire sulla loro formazione e contribuire affinché la nostra comunità migliori sempre”.

Domenica Spinelli sindaca di Coriano: “Voi ragazzi siete i pionieri della svolta ambientale, insieme a noi amministratori siete i protagonisti per creare un ambiente sano

Oggi con la presentazione di questo progetto Coriano diventa laboratorio di idee ambientali innovative e insieme a voi, ragazzi di oggi e uomini e donne del futuro, scriveremo una nuova pagina di storia.”