CHIOGGIA. LA SPIAGGIA FASCISTA SCATENA POLEMICHE E RICHIAMI ALLA LEGGE MANCINO

Nell’estate italiana succede anche questo. Polemiche per la spiaggia fascista di Chioggia, vicino Venezia. Lo stabilimento balneare di “Punta Canna” si richiama all’epoca del ventennio con slogan, gadget, poster del Duce. Una situazione che ha scatenato immediatamente le reazioni dell’estrema sinistra e dell’Anpi che invocano l’applicazione della Legge Mancino sull’apologia di fascismo e chiedono al demanio la revoca della licenza. “Scandaloso che Prefettura, Questura, Procura non siano intervenute”. Questa la dichiarazione dell’On. Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana.

Salvatore Occhiuto